Una giornata particolare

stampa

di Luca Passarini

Passarini Luca

Don Luca Passarini illustra le principali giornate dedicate a svariati temi per sensibilizzare l'opinione pubblica, anche quelle meno note o pittoresche

Checco Zalone in Che bella giornata (2011), davanti a una donna col burqa, diceva: “Eh, signora mi scusi, lo devi levare il velo per cortesia. Motivi di sicurezza”. Ma davanti al suo volto scoperto, decisamente brutto, riprendeva: “Ecco, per gli stessi motivi, rimettilo!”. Una risata politicamente scorretta su un tema caldo (allora più di oggi)...

«Cosa mangiamo all’ultimo dell’anno?». Anche stavolta, con i miei amici, la solita domanda di inizio dicembre e, a seguire, le proposte più diversificate: cotechino e lenticchie per rispettare la tradizione (e sperare nei soldi); pesce per vedere i progressi fatti da qualcuno ai fornelli; meglio la carne per altri. Settimane di discussione per poi scegliere la pizza, come ogni anno!

Sabato 28 dicembre 2013 i tifosi di calcio dell’Hellas Verona (e non solo) vissero alcune ore di grande apprensione. Dalla Spagna era arrivata, infatti, la notizia dell’acquisto di Luca Toni da parte del Barcellona. Il giocatore, campione del mondo 2006, dopo varie esperienze all’estero (tra cui gli Emirati Arabi Uniti) ed essere stato di fatto scartato dalla Fiorentina, era stato “ripescato” dai dirigenti veronesi...

Domenica 15 dicembre  è il 160° anniversario dalla nascita di Ludwik Lejzer Zamenhof (1859-1917), famoso soprattutto per aver inventato la lingua universale dell’esperanto. Per questo il 15 dicembre è il Zamenhofa Tago ovvero il Giorno di Zamenhof, ma dato che la celebrazione di un singolo uomo è contro la cultura esperantista, è anche vissuto come Giorno dell’Esperanto...

Qualche anno fa, due fratelli sulla sessantina mi raccontavano che, quando erano bambini, il momento culminante della Messa domenicale era l’elenco che il parroco faceva della gente che la sera prima era andata a ballare. Un grande scandalo, con i giovani che provavano a cambiare luogo per il ballo...

Una mattina mi son svegliato e ho trovato un messaggio social che diceva: “veronese = razzista”. E poi per tanti altri giorni ancora. Dato che non ne voglio proprio sapere, ho subito pensato di cambiare cittadinanza. La cosa più facile – pensavo – è diventare bresciano, potendo addirittura rimanere nella stessa Diocesi e con lo stesso settimanale… ma senza essere “veronese = razzista”...

“Fraté, fammi fare il fenomeno”: così cantava qualche anno fa il rapper Fabri Fibra, prendendosela con la logica dell’attuale show business. Ma “fare il fenomeno” è oggi di tutti e per tutti. Per questo il desiderio di essere scritto sul “Libro della vita” o anche solo su un “libro di storia” è oggi spesso stato sostituito da quello del libro del Guinness World Records...

Domenica 26 dicembre 2004: terremoto di magnitudo 9,1 e conseguenti onde anomale che hanno colpito le coste dell’Oceano Indiano. Il primo grande tsunami che ha avuto risalto internazionale, a motivo del numero di vittime (circa 250mila), dei molti turisti occidentali coinvolti e delle operazioni umanitarie più costose (e più mediatiche) della storia. Oltre alla natura, il disastro ebbe grandi colpe umane, soprattutto nel mancato avvertimento...