Provincia

Apre i battenti la Festa di Sant’Antonio Abate che si terrà l’11, il 12 e il 17 gennaio a Concamarise. Momento culminante dell’evento organizzato dalla Confraternita dei “Nostalgici del tabar”, in collaborazione con le associazioni locali e il Comune di Concamarise, sarà domenica, alle  10 con la Messa celebrata da mons. Cristiano Falchetto e preceduta dalla processione con la statua di sant’Antonio Abate a cui seguirà la benedizione del sale e degli animali domestici e da cortile. Alle 14.30 la passerella di cani e gatti per il concorso “El meio can e gato”. Alle 15 sfilata con cavalli e musica con il gruppo flokloristico “El paiar” di Bovolone. Venerdì 17 gennaio, alle 19.30, Messa in onore di sant’Antonio e cena al circolo Noi con piatto tipico del Santo.

Il Sacro Cuore ha i requisiti per l’utilizzo di un nuovo farmaco innovativo per la cura dei tumori chiamato Lutathera, ed il primo nella regione – grazie all’avanguardia della struttura oncologica del nosocomio negrarese

Era stata danneggiata dal terremoto che nel maggio del 2012 aveva gravemente colpito l’Emilia Romagna e parte di Lombardia e Veneto. Il sisma, all’epoca, aveva fatto sentire i suoi effetti nel Basso veronese, in particolare a Legnago, dove la scuola materna di Vigo risultò l’edificio più danneggiato.