In evidenza

di ALBERTO MARGONI

Ci voleva l'Hellas per interrompere il digiuno di vittorie della Fiorentina dopo otto partite tra campionato e coppe. Un 2-0 maturato grazie ai gol di Ikoné al 13' al termine di un'azione personale e di Gonzalez al 90' su assist di Mandragora. I gigliati hanno fallito un rigore con Biraghi al 26', tiro parato da Montipò

Ma alla fine Gina Lollobrigida? Non è stata eletta? Elezioni non valide, come minimo.


In America premiano Mario Draghi come statista dell'anno. In Italia i nostri cari leader politici lo hanno brutalmente sfrattato per portarci il prima possibile ad eleggere il suo successore. Che come minimo sarà lo statista del decennio, no?


È più divertente del solito guardare le foto dei politici nei quotidiani di questi giorni. Essendo scarsi gli argomenti che fanno titolone, i vari giornali si sfogano sul lato fotografico: i leader graditi sono ritratti in pose pensose, intelligenti, affascinanti; quelli sgraditi con toni scuri, smorfie in faccia mentre si scaccolano il naso. Così, tanto per dare un'idea all'elettore.

Una curiosità, vedendo i cassonetti straboccanti da giorni: ma a Verona non si fa più la raccolta del vetro usato?

Incredibile: gli ucraini russofoni dei paesi appena riconquistati dall'esercito ucraino, che accolgono i soldati ringraziandoli e abbracciandoli per averli liberati dai "liberatori" russi...

E a Verona il consigliere Daniele Polato propone che sia fatto un test antidroga a tutti gli eletti in Consiglio comunale. È forse memore di certe dichiarazioni stupefacenti fatte nella scorsa consiliatura? (Lo rassicuriamo: dicono certe vaccate assolutamente sobri e "puliti").

Sto invecchiando e continuo a vedere cose che mai avrei immaginato in gioventù. Tra queste, un gol annullato alla Juve, segnato all'ultimo secondo e in realtà valido. Mi manca Berlusconi in tuta da operaio e poi alzo bandiera bianca.

Non ha mai voluto concorrere seriamente alla carica di presidente della Repubblica, perché il suo sogno è sempre stato un altro: diventare re! Non si sa mai...

Beh, l'unica cosa buona (per loro) di un sistema elettorale in cui non ci sono preferenze e nel quale la posizione in lista determina la vittoria o la sconfitta ancor prima di votare, è che le spese per la pubblicità elettorale si sono praticamente azzerate. E gli stessi futuri eletti se ne vanno comodi in vacanza, piuttosto che di qua e di là a comvincere gli elettori. Son progressi, questi.

Damiano Tommasi aveva promesso che avrebbe fatto lo Stelvio in bici, sia in caso di vittoria alle elezioni che in quello di sconfitta. Ha vinto, s'è messo in bici e ha fatto i 200mila tornanti del passo, andando da quota 900 a quota 2.700. Ce l'ha fatta, è sceso dalla bici, ha ringraziato tutti. Ha ammesso che, in quota, ha cominciato ad avere visioni mistiche e allucinazioni varie, quindi è stramazzato e ha giurato che la prossima volta si farà giusto le Torricelle. Dei suoi compagni di biciclettata non si hanno più notizie, a parte una ruota scesa a valle verso sera...

Dice il sindaco Damiano Tommasi che è contento che in Arena si faccia musica, tanta musica, di tutti i tipi. Ma che gli piacerebbe pure vederci dentro qualche evento sportivo. Sport dentro l'Arena? Tipo gladiatori contro orsi bruni?

Lasciateci quest'ora in più, che vi costa? La sola idea di una notte che arriva alle 16.30 fa venire il magone a tutti. E chissenefrega se alla mattina ci sarà meno chiaro, tanto si va a lavorare...

Appuntamenti

Barcelona Gipsy Balkan Orchestra - Musica

Lunedì, 26 Settembre 2022 20:30

Il sonno della ragione - Musica

Mercoledì, 28 Settembre 2022 20:30

Concerto d’organo - Musica

Mercoledì, 28 Settembre 2022 20:30

vedi tutti gli eventi

Santo del giorno