Caffè & brioche

stampa

Fa così caldo che a quelli del centrodestra è passata pure la voglia di litigare...

Sono giorni tremendi, quasi tragici per i tanti parlamentari grillini che devono decidere se andare con Luigi Di Maio o restare con Giuseppe Conte. Ovviamente il motivo comune è: chi mi garantisce qualcosa per il futuro? E qui non possiamo fare previsioni, comunque temendo che nessuno può garantire alcunché a questo gruppo di scappati di casa. Ma se ci dovesse essere un criterio almeno personale, un motivo per scegliere di stare di qua o di là lasciando da parte le convenienze, ne suggeriamo uno. Vedere dove si posiziona Danilo Toninelli; scegliere l'altra parte.

Luigi Di Maio non fa più parte dei 5 Stelle!!! Potrò mai dormire questa notte, con un simile pensiero? E Giuseppi? Povero Giuseppi, ha perduto il suo gabbiano...

It

Jennifer Lopez (attrice e cantante famosa, in Usa) ha presentato sua figlia – che ha già un nome di per sé da fantascienza – non con lo "she" che in inglese identifica una donna (lei), ma con "it", usato per cose e animali, ma nell'intento di renderla sessualmente neutra. Pensano di essere all'avanguardia (oddio: pensano...).

Però, se va avanti così, Tommasi lo vota pure la moglie di Sboarina...

Che poi, la cosa che fa più impressione è quella di constatare che 48 veronesi su cento abbiano scelto di non votare il proprio candidato sindaco già al primo turno. Come interpretare un simile dato?

Il giorno dopo, tutti a compulsare le preferenze prese dai vari candidati. Soprattutto sperando che quelli conosciuti ne abbiano preso più di tre: difficile dire il giorno dopo che "ti ho votato sai", quando le preferenze sono state tre, quanti i familiari stretti del candidato...

Agli amici della Lega: vi prego, non toglietecelo, lasciatelo lì per un altro po' di tempo. Sarà disastroso, non ne azzeccherà una nemmeno per sbaglio, ma regala a noi tutti – e da anni – momenti di grande buonumore. Fatelo per il bene comune.

Tira brutta aria sui cinque referendum per i quali siamo tutti chiamati a votare domenica prossima. Nel senso che la probabilità che al voto ci vada almeno la metà degli italiani (pena l'annullamento dei referendum) è inferiore alla possibilità che l'Hellas rivinca lo scudetto il prossimo anno. Peccato, perché la giustizia meriterebbe di più

Siamo tutti ospiti temporanei di questo pianeta. Detto a chi straparla di nazionalismi, noi e loro, e questa e casa mia e qui comando io...