La scuola siamo noi
stampa

La didattica a distanza ci ha regalato nuove opportunità

Per fortuna che la Dad c’era: senza, sarebbe stato un disastro

Parole chiave: Didattica a distanza (1), La scuola siamo noi (7), Dad (7)
La didattica a distanza ci ha regalato nuove opportunità

Parlare oggi della didattica a distanza (Dad) e della didattica digitale integrata (Ddi) è molto difficile perché si sono accesi (finalmente) i riflettori sul ruolo fondamentale della scuola per il futuro della nostra società. I soggetti che concorrono alla formazione dei nostri ragazzi – scuola, famiglia e istituzioni – si sono avvicinati e sollecitati nel definire i vari ruoli. Ultima premessa, parlerò di “nostri” alunni, che non appartengono agli insegnanti, ma a tutta la società.
Anche la mia scuola (Itg Cangrande di Verona) dove insegno religione cattolica, ormai quasi un anno fa si è trovata travolta dall’emergenza e dalla conseguente chiusura delle istituzioni scolastiche. Tutti dicevano: un vero disastro! Come faremo a formare i nostri ragazzi?
Per fortuna c’è stata la Dad: vi immaginate cosa avremmo potuto fare, se non avessimo avuto la possibilità di comunicare e vedersi on line?
Contemporaneamente è nato un grande ostacolo: di colpo, molti docenti poco avvezzi all’uso del digitale si sono dovuti in fretta formare per acquisire le competenze minime per gestire le riunioni on line. Poi alcuni alunni avevano poca connessione o mancavano di dispositivi adatti.
Calza a pennello una metafora di Davide (un alunno del 4° anno) che l’ha usata per parlare di questo momento in cui la scuola si trova on line: «Prof, le difficoltà che stiamo affrontando sono come dei gradini che ci portano, ogni volta che li affrontiamo, a salire più in alto!». Certamente la Dad è un gradino che ha una notevole alzata (gli studenti del Cangrande lo sanno bene, visto che progettano edifici come futuri geometri), ma proprio questi gradini hanno permesso ai docenti di acquisire competenze digitali, agli alunni di inter-connettersi anche tra di loro, e alle famiglie di comprendere il valore delle nuove tecnologie.
Le persone spesso nello stato di difficoltà fanno nascere nuove opportunità: nella nostra scuola abbiamo creato un blog per dar voce anche a distanza alle varie componenti della scuola (link https://cangrandevr.wixsite.com/onlife).  
Vorrei sottolineare alcuni aspetti positivi della Dad:
– le famiglie hanno capito il proprio ruolo fondamentale nel processo formativo (la scuola è entrata nelle mura domestiche, nel vero senso della parola);
– il digitale non è solo svago e intrattenimento, ma anche strumento per comunicare, apprendere e lavorare;
– la presa di coscienza da parte delle istituzioni e dei docenti che è imperativo rinnovarsi, guardare la scuola da un’altra prospettiva;
– la scuola non è solo un insegnamento “ex cattedra”. Può diventare un ambiente anche virtuale, di collaborazione interpersonale attraverso un’autorevolezza e una creatività centrate sul valore  educativo della relazione formativa.
E anche noi abbiamo imparato sul campo, alla stregua dei nostri alunni: grazie alla fruizione forzata di queste nuove modalità di formazione, le distanze con il digitale si sono annullate e anche tra docenti abbiamo vissuto molte esperienze di collaborazione che ci hanno permesso di toccare con mano le esperienze di altre scuole, dal Nord al Sud dell’Italia.
Dobbiamo con coraggio unire l’umano alla tecnologia, la tradizione con l’innovazione, prendendo con creatività il meglio dei due mondi. Se come docenti integriamo con le giuste dosi il digitale con l’umano, potremo portare i nostri ragazzi a diventare pienamente competenti nella cittadinanza digitale, fondamentale per il futuro. Mai come ora scuola, docenti, famiglie e studenti si sono sentiti, pur nella diversità dei ruoli, attori protagonisti nel formare i nostri ragazzi. Non buttiamo via questa esperienza come se fosse una parentesi della vita scolastica da dimenticare; ma creiamo le modalità per aumentare con il digitale la didattica “tradizionale”, unendo tradizione e innovazione, umanesimo e nuove tecnologie.
Come diciamo nel blog della nostra scuola: facciamo diventare l’on line un… on life.
Domenico Signorini
docente Irc

Tutti i diritti riservati
La didattica a distanza ci ha regalato nuove opportunità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento