Spiato in tv
stampa

Il poliziesco vincitore morale del sabato

Mentre su Rai 1 Ballando con le stelle e su Canale 5 Amici attirano l’attenzione di quasi la metà dei telespettatori del sabato sera, Rai 2 con The Rookie propone in alternativa un nuovo telefilm poliziesco americano, ambientato a Los Angeles.

Parole chiave: The Rookie (1), Spiato in tv (108), Serie tv (3)
Il poliziesco vincitore morale del sabato

Mentre su Rai 1 Ballando con le stelle e su Canale 5 Amici attirano l’attenzione di quasi la metà dei telespettatori del sabato sera, Rai 2 con The Rookie propone in alternativa un nuovo telefilm poliziesco americano, ambientato a Los Angeles. Il 5% del pubblico, in controtendenza rispetto alla massa, ha scelto di seguire le avventure di un gruppo di agenti delle forze dell’ordine alle prese con la criminalità cittadina. L’adrenalina delle scene d’azione lascia ogni tanto il posto a momenti in cui si manifesta l’umanità di questi garanti della legge che, per scelta, affrontano il male per riportare la giustizia e salvare gli innocenti. Jonh Nolan (nella foto), oramai quarantenne, è il protagonista di questa serie, che lo vede da poco arrivato come recluta tra gli agenti. La sua è stata una scelta ponderata per realizzare un suo sogno. Per poter finalmente seguire la propria vocazione, infatti, ha lasciato la sua famiglia, la sua vita agiata ed è diventato uno scolaretto tra colleghi, istruttori e superiori, tutti molto più giovani di lui. Il suo ardore e la sua grande forza di volontà gli permettono di superare conflitti e situazioni imbarazzanti che si ritrova a vivere con i suoi compagni di lavoro. Essi, da una parte, volentieri e con un pizzico d’orgoglio e di soddisfazione gli insegnano sul campo il mestiere, dall’altra parte riconoscono in quest’agente dall’aria attempata, una persona ricca d’esperienza e saggezza. La trama non risparmia di mostrare i sentimenti di questi servitori delle istituzioni democratiche, primo fra tutti la paura, da nascondere, però, il più possibile, per evitare di trasmetterla agli altri e di farsi vedere vulnerabili di fronte al pericolo. Solo quando agenti di età, origini ed esperienze diverse, superato l’imbarazzo e il pregiudizio iniziale, si confrontano anche sulla loro vita privata, con serietà e amicizia, raggiungono il successo che speravano di ottenere. Registi e autori americani hanno volutamente curato molto più i particolari delle scene rocambolesche che il livello di recitazione. Se le giurie di ballerini e giovani professionisti delle altre reti dovessero giudicare gli attori di questa serie, il risultato artistico sarebbe insufficiente, ma per quanto riguarda l’autenticità e l’abnegazione, i poliziotti sono i veri vincitori morali del sabato sera.

Tutti i diritti riservati
Il poliziesco vincitore morale del sabato
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento