Spiato in tv
stampa

Il piccolo schermo aiuta a pregare

Per tanti anziani le 3 del pomeriggio è l’ora della Coroncina alla divina misericordia. Si tratta di una devozione, molto cara a san Giovanni Paolo II, suggerita a santa Faustina Kowalska, religiosa polacca del secolo scorso, durante un’apparizione di Cristo.

Parole chiave: La coroncina alla divina misericordia (1), Telepace (3), Tv2000 (12), Spiato in tv (148)
Il piccolo schermo aiuta a pregare

Per tanti anziani le 3 del pomeriggio è l’ora della Coroncina alla divina misericordia. Si tratta di una devozione, molto cara a san Giovanni Paolo II, suggerita a santa Faustina Kowalska, religiosa polacca del secolo scorso, durante un’apparizione di Cristo. L’ora di messa in onda su Telepace e Tv2000 rimanda a quella della morte di Cristo, venerato nell’immagine di Gesù misericordioso dal cui costato partono un raggio di colore rosso e uno bianco.
Le due emittenti hanno scelto due modi diversi per aiutare il telespettatore a pregare. Telepace riprende in diretta questa pratica dalla chiesa romana di Santo Spirito in Sassia, centro internazionale di tale culto. I fedeli che lì ogni giorno si radunano, ripresi con telecamere fisse, sono ritratti nelle loro posture talora distratte, seduti nei banchi della navata spesso semivuoti, dando un’immagine senza filtri dell’espressione genuina della preghiera popolare. La televisione della Cei ha scelto, invece, di mandare in onda ogni giorno delle registrazioni riprese da luoghi di culto diversi, in cui tutto è perfetto e adeguatamente preparato. Le diverse scelte editoriali ripresentano l’interrogativo su come la televisione possa diventare eco della preghiera, strumento efficace per sostenere la pratica cristiana. Chiaramente le opzioni delle due emittenti non si possono contrapporre l’una all’altra, ma intendono entrambe far sentire il fedele che guarda da casa parte di una comunità orante. Di sicuro la diretta trasmette meglio questo messaggio, quasi volendo trasportare idealmente il telespettatore così com’è nella stessa chiesa per pregare insieme a pellegrini qualsiasi. La registrazione, invece, montata ad arte con accuratezza, favorisce la fedeltà e la familiarità a un gesto rituale che si ripete sempre identico ogni giorno, alla stessa ora, con le stesse persone.
Questa pratica con il suo andamento litanico sempre più si sta diffondendo in tutto il mondo, affiancandosi al Rosario, preghiera più conosciuta che quasi tutte le emittenti cattoliche trasmettono quotidianamente con stili e modi diversificati. Più che guardare allo share, le due tv cattoliche, in mezzo alla babele dei canali televisivi, intendono fare memoria viva della misericordia di Cristo.

Tutti i diritti riservati
Il piccolo schermo aiuta a pregare
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento