Cinema
stampa

Quando la mamma non ce la fa più...

Tully
(Usa 2018)
Regia: Jason Reitman
Con: Charlize Theron, Mackenzie Davis, Mark Duplass, Ron Livingston
Durata: 94’
Valutazione Cnvf: consigliabile/problematico/dibattiti

Parole chiave: Tully (1), Film (62), Cinema (73), Charlize Theron (1)
Quando la mamma non ce la fa più...

Molto spesso capita di incontrare film, soprattutto americani, che mettono in scena famiglie come minimo improbabili, poco credibili, per niente convincenti.
Non è il caso di Jason Reitman (regista) e di Diablo Cody (sceneggiatrice), che già avevano dato ottima prova di scrittura cinematografica di ottimo livello con Juno (2007) e che tornano ora a prendere in esame dinamiche famigliari che potrebbero essere quelle di ciascuno di noi, con questo ottimo Tully.
Qui si racconta di Marlo (Charlize Theron), mamma di tre figli, di cui uno neonato, che con grandissima e quasi insostenibile fatica tenta di governare una vita quotidiana quanto mai complicata. Sono le incombenze che dovrebbero essere naturali – i pasti del lattante, la cura della casa, l’attenzione alle mille richieste dei figli – ma che, sommate una all’altra senza interruzioni né pause, rischiano di mandare in mille pezzi la resistenza già precaria della donna.
Ecco quindi che viene presa la decisione di cercare un aiuto, accogliendo in casa la giovane “tata” Tully (Mackenzie Davis).
Non siamo tuttavia in una riedizione ambientata in epoca contemporanea di Mary Poppins (per quanto delizioso romanzo e altrettanto imperdibile film), perché in questo caso i personaggi e le loro esistenze sono ben radicati in una realtà appunto credibilissima e convincente.
Coadiuvato da due attrici davvero perfettamente in parte (Charlize Theron si è dovuta impegnare in una cura per metter su chili, rinunciando da par suo al facile effetto di donna affascinante e calandosi nei panni di una madre come ne esistono milioni), Jason Reitman tratteggia la costruzione del rapporto tra due donne non semplici né monodimensionali con attenzione e affetto.
Chiunque abbia passato l’esperienza di un neonato che non dorme la notte non potrà che essere partecipe delle traversie, delle stanchezze, della spossatezza persino esistenziale che colpiscono la protagonista.
Così come non si potrà che apprezzare quasi con commozione l’enorme umanità della giovane baby-sitter, che entra nella vita di Marlo e dei suoi figli con tutta la freschezza, la positiva irruenza, la carica empatica di una ragazza la cui comparsa è quasi provvidenziale.
In verità in questa storia non ci fanno una gran figura gli uomini, a parte il fratello di Marlo, che si dimostrano quasi del tutto egocentrici e insensibili. Aspetto del racconto che è un invito a riflettere, perché senza adeguato sostegno, non solo pratico, alla vita quotidiana, nessuna famiglia riuscirebbe a mantenere un equilibrio che proprio la vita quotidiana rischia continuamente di mettere in discussione.

Tutti i diritti riservati
Quando la mamma non ce la fa più...
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento