Spiato in tv
stampa

In viaggio lungo la fragile Italia

Cosa c’è da raccontare di nuovo ormai che non si sia già stato detto sulle bellezze dell’Italia? Fuori luogo è un programma che tenta di andare al di là delle notizie già conosciute sul nostro bel Paese e sul grande patrimonio artistico-paesaggistico che esso contiene. I luoghi presentati sono sempre gli stessi: le grandi città, il fascino dei paesaggi della natura come anche i borghi più pittoreschi, ma completamente diversa è l’ottica.

Parole chiave: Fuori luogo (1), Spiato in tv (181), Mario Tozzi (2)
In viaggio lungo la fragile Italia

Cosa c’è da raccontare di nuovo ormai che non si sia già stato detto sulle bellezze dell’Italia? Fuori luogo è un programma che tenta di andare al di là delle notizie già conosciute sul nostro bel Paese e sul grande patrimonio artistico-paesaggistico che esso contiene. I luoghi presentati sono sempre gli stessi: le grandi città, il fascino dei paesaggi della natura come anche i borghi più pittoreschi, ma completamente diversa è l’ottica. Non si confeziona nessuna cartolina turistica a uso e consumo di possibili visitatori, né si casca nell’inevitabile incursione sulla gastronomia locale, ma si approfondiscono grandi temi di scienza applicata, soprattutto di natura geologica. Il conduttore, Mario Tozzi, da sempre attento a divulgare la scienza in tv, con mezzi semplici ma di sicuro impatto, racconta le grandi problematiche ambientali che interessano il futuro della nostra penisola, quali siano le speranze ma anche le difficoltà che rendono più o meno sicuro il nostro territorio. Non è, tuttavia, un programma di denuncia alla mercé di esperti tuttologi o di politici in cerca di notorietà, pronti a battagliare a tavolino e a lanciare promesse. La trasmissione vuole solo illustrare, con taglio documentaristico, ciò che si è fatto o si sta facendo o si ha in mente di fare per tutelare il territorio e quali potrebbero essere i problemi se non s’interviene in modo adeguato e magari tempestivo. Questi grandi argomenti sconfinano così naturalmente nei problemi legati al futuro sostenibile del nostro Paese. Inevitabilmente il programma si confronta con le trasmissioni di Piero e Alberto Angela. Se da una parte il notissimo duo, padre e figlio, ha a disposizione grandi mezzi tecnici, Tozzi, anche per scelta di natura etica, preferisce invece strumenti semplici, come ad esempio un normale vetro posto davanti a un panorama che si trasforma in schermo ideale sui cui disegnare con un pennarello un grafico chiarificatore. Il suo modo di illustrare il tema della puntata è molto didattico, scegliendo di fare qualche esperimento di tipo scolastico non in laboratorio, ma in presa diretta, applicando i principi elementari più semplici della scienza alle grandi questioni del territorio. Punto di partenza di ogni avventura è la Società geografica italiana da dove il conduttore spazia da Milano fino alla Sicilia. L’interessante e avvincente viaggio spiega agli italiani, circa il 6,3% dei telespettatori di quella fascia oraria, come funziona il Paese dove abitano.

Fuori luogo – Lunedì ore 23.20 – Rai Uno

Tutti i diritti riservati
In viaggio lungo la fragile Italia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.