Cinema
stampa

Omicidi nella crociera sul Nilo ma il grande tema è l’amore

Assassinio sul Nilo
(Usa, 2022)
Regia: Kenneth Branagh
Con: Kenneth Branagh, Tom Bateman, Ali Fazal, Annette Bening, Russel Brand
Durata: 127 minuti
Valutazione Cnvf: consigliabile/problematico

Parole chiave: Assasinio sul Nilo (1), Cinema (101), Film (105)
Omicidi nella crociera sul Nilo ma il grande tema è l’amore

Dopo 5 anni dal primo giallo di Agatha Christie rivisitato da Kennet Branagh, Assassinio sull’Orient Express nel 2017, finalmente è stata consegnata al pubblico la seconda parte del ritratto di Poirot che il regista inglese ha realizzato su pellicola: Assassinio sul Nilo. L’uscita era stata programmata nel 2019, ma è stata ritardata fino ad ora. Un film che poco ha da condividere con il riadattamento cinematografico fatto nel 1978 (regia di John Guillermin) e, per certi tratti, potrebbe deludere anche coloro che cercano una semplice trasposizione cinematografica del giallo dell’autrice britannica.

Quello dei molteplici omicidi che avvengono sulla crociera nuziale che percorre il Nilo, sembra essere un semplice espediente narrativo utilizzato da sceneggiatore e regista per consegnare al pubblico non principalmente un racconto giallo, ma un film che parla di due grandi temi: Poirot e l’amore.

L’investigatore, protagonista indiscusso interpretato dallo stesso regista come era avvenuto per la precedente storia, si svela al pubblico: le scene iniziali del film, in bianco e nero, ambientate durante il primo conflitto mondiale, mostrano il perché dei vistosi baffi, le ferite di guerra raccontano perché della sua “corazza” emotiva, … flashback dopo flashback la sua complessa personalità viene alla luce, il carattere e la sua psicologia assumono uno spessore e una plasticità notevoli.

Quasi come un ordito che si intreccia con la precedente storia, si incontra il grande tema dell’amore: una coppia di sposi, che in realtà è un triangolo amoroso; amori nascosti; amori proibiti; amori che potrebbero sembrare impossibili; amori passionali. I pochi personaggi coinvolti nella crociera riescono a tratteggiare un articolatissimo ventaglio di possibilità: senza mai scadere nella volgarità, Branagh riesce a portare sullo schermo diversi tipi umani che con le loro diversità e difficoltà cercano di portare avanti il loro amore. Amore che, dovendo fare i conti anche con ricchezze non indifferenti, viene inquinato da invidie e gelosie diventando il motivo degli omicidi.

Un film molto curato nei dettagli: dai costumi al gusto retrò delle scenografie, dal commento sonoro alle interpretazioni abbastanza convincenti dei personaggi. Il tutto ben confezionato quasi fosse, però, uno sfondo. Pur utilizzando il registro stilistico del genere giallo, minuto dopo minuto sembra di trovarsi davanti ad un biopic su Poirot. Personaggio che, pur essendo di fantasia, trova però in questa pellicola uno spessore umano quasi reale.

Tutti i diritti riservati
Omicidi nella crociera sul Nilo ma il grande tema è l’amore
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento