Spiato in tv
stampa

Il giornalismo d’inchiesta con la verve di Salvo Sottile

Oltre a Report, un altro programma simile porta avanti il testimone del giornalismo d’inchiesta. Con FarWest, infatti, Salvo Sottile (nella foto) investiga sui fatti di attualità o anche del passato recente che comunque continuano a suscitare interrogativi...

Parole chiave: Farwest (1), Spiato in tv (180), Salvo Sottile (2)
Il giornalismo d’inchiesta con la verve di Salvo Sottile

Oltre a Report, un altro programma simile porta avanti il testimone del giornalismo d’inchiesta. Con FarWest, infatti, Salvo Sottile (nella foto) investiga sui fatti di attualità o anche del passato recente che comunque continuano a suscitare interrogativi: dai temi della sanità a quelli della cronaca nera, fino ai soldi talora sprecati e stanziati per la costruzione di opere pubbliche. Conformemente al titolo, la trasmissione vorrebbe aiutare a illuminare una serie di situazioni che sembrano davvero lasciate a se stesse creando una grande confusione. Supportato da servizi e interviste in esterna, il conduttore in uno studio parecchio disadorno con delle costruzioni metalliche che richiamano i ponteggi di un cantiere edile, approfondisce con gli ospiti i diversi temi. Il suo modo di porgere le domande, così come la sua verve nel ricostruire le vicende, il timbro e la modulazione della voce assomigliano a quelli di chi in un racconto giallo indaga un fatto di sangue o di violenza. L’esposizione degli argomenti risulta, dunque, sempre falsificata, volendo a tutti costi cercare un colpevole per qualche misfatto quasi si dovesse per forza dare la caccia all’autore di un ipotetico delitto. Il giornalista, lasciato il timone del programma I fatti vostri, con questo nuovo impegno professionale sembra rientrato nel campo che gli è più congeniale. Quest’appuntamento settimanale su Rai 3 non regala grandi emozioni o novità e s’inserisce senza sussulti nella lunga e sempre rinnovata serie di talk show che da un bel po’ hanno la meglio sul piccolo schermo. Tale fenomeno è davvero strano, considerando che prosperano proprio mentre molte persone non dimostrano più alcun interesse verso la politica e l’attività sociale. Queste interminabile serie d’inchieste, dibattiti e battibecchi, più che essere di aiuto per riavvicinare il cosiddetto palazzo alla gente comune, finiscono, invece, per scavare un divario ancora più profondo in quanto sempre più autoreferenziali e alimentate continuamente da polemiche spesso sterili.

Lo share di due mesi fa registrava il 5% ma poi a ogni puntata è andato sempre più diminuendo. A dispetto delle intenzioni del conduttore, un po’ di far west, nel senso di scompiglio nella programmazione televisiva, servirebbe proprio per non contrabbandare come novità e approfondimento quella che in realtà è solo la continua grancassa del mondo della politica e delle cronache giudiziarie.

Tutti i diritti riservati
Il giornalismo d’inchiesta con la verve di Salvo Sottile
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento