Libri
stampa

Il Papa e le sue parole familiari ma cariche di verità

Papa Francesco
Buon pranzo!
Editrice La Scuola
pagg. 212 – 12,50 euro

Parole chiave: Buon pranzo! (1), Papa Francesco (97)
Il Papa e le sue parole familiari ma cariche di verità

Un libro di papa Francesco intitolato Buon pranzo!? Ebbene sì; e per chi segue con attenzione le uscite pubbliche del pontefice la cosa non suona per niente strana, dal momento che il 17 marzo 2013, in occasione del suo primo Angelus, egli salutò i fedeli raccolti in piazza San Pietro con un sorprendente “buongiorno”, e li congedò proprio con un altrettanto inatteso “buon pranzo”. Ma il sottotitolo del libro – Il cibo per l’anima – è eloquente e rimanda a un significato più profondo: il volume intende infatti fornire a chiunque lo legga un vero e proprio sostentamento spirituale attraverso una raccolta ragionata di alcuni dei discorsi più significativi pronunciati da papa Francesco in occasione dell’Angelus domenicale.
Nell’introduzione, mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, mette in luce il fatto che il Papa ha inaugurato una rivoluzione comunicativa e afferma di sentirsi “in sintonia con chi legge nel pontificato di Francesco uno straordinario tempo di grazia e di speranza per tutti, in continuità con ciò che era stato preparato dalla riforma spirituale voluta da Benedetto XVI, anche se con caratteristiche differenti”. Forte ravvisa tre elementi che pongono costantemente il pontefice sulla medesima lunghezza d’onda di chi lo incontra e lo ascolta: la chiara connotazione evangelica dello stile di vita, l’innegabile forza di un nuovo vocabolario, l’indubbia capacità di sorprendere. Scrive l’arcivescovo di Chieti: “Papa Francesco ama essere il parroco del mondo, non per smania di originalità, ma per amore del suo popolo e in obbedienza allo stile di vita e di azione del Maestro e Signore cui ha consegnato il cuore e la vita, il Signore Gesù. Proprio così, ciò che fa e che dice ha il sapore di Vangelo e fa intuire il potere di trasformazione e di salvezza per tutti delle parole pronunciate e vissute in prima persona dal Nazareno”.
Nel libro, i termini e le espressioni-chiave dei discorsi bergogliani sono presentati nella loro eccezionale freschezza e nel loro solido vigore: si spazia da agnello ad amore, da ascolto a battesimo, da cammino a comunione, conflitto, fedeltà, misericordia, periferia, profughi, sorpresa, speranza, unità, verità, vocazione, tanto per citarne soltanto alcuni. Il 9 giugno del 2013, Francesco, commentando l’episodio evangelico della resurrezione del figlio della vedova di Nain, ebbe modo di soffermarsi su di un tema a lui carissimo, quello della misericordia: «La misericordia di Gesù – affermò il pontefice – non è solo un sentimento, è una forza che dà vita, che risuscita l’uomo … Il termine biblico ‘compassione’ richiama le viscere materne: la madre, infatti, prova una reazione tutta sua di fronte al dolore dei figli. Così ci ama Dio, dice la Scrittura».
Il Papa venuto “dalla fine del mondo” privilegia sempre la concretezza del cristianesimo. La misericordia del Signore, come è eloquentemente testimoniato dal racconto evangelico della resurrezione del figlio della vedova, è una forza reale, capace di far passare dalla morte alla vita, e si manifesta in una disponibilità infinita, in un’accoglienza senza limiti: «Il Signore ci guarda sempre con misericordia; non dimentichiamolo, ci guarda sempre con misericordia, ci attende con misericordia. Non abbiamo timore di avvicinarci a Lui! Ha un cuore misericordioso! Se gli mostriamo le nostre ferite inferiori, i nostri peccati, Egli sempre ci perdona. È pura misericordia! Andiamo da Gesù!». Questo è papa Francesco. Questa è la sua rivoluzione comunicativa. Attraverso parole semplici e antiche, egli sa far rivivere l’inesauribile fecondità del Vangelo, tanto da riuscire a coinvolgere le persone più diverse.

Tutti i diritti riservati
Il Papa e le sue parole familiari ma cariche di verità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti) disabilitato.

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.