Libri
stampa

Calabresi e la resilienza del giorno dopo

Mario Calabresi
La mattina dopo
Mondadori - Segrate (MI) 2019
pp. 144 - Euro 17

Parole chiave: Mario Calabresi (1), La mattina dopo (1), Libro (39)
Calabresi e la resilienza del giorno dopo

A tutti capita, almeno una volta nella vita, di dover affrontare la famigerata “mattina dopo”. E non si tratta del “day after” reso celebre da tanti blockbuster catastrofici americani, ma – scendendo nella realtà personale di tutti i giorni – di una semplice esperienza individuale. Stiamo parlando di quell’episodio improvviso, inatteso, che cambia inesorabilmente gli equilibri di una vita, che per qualche ragione si pensavano cristallizzati nel tempo. Eterni. Senza per forza pensare a un grave incidente o a un lutto, la “mattina dopo” vale anche per un banale licenziamento o il naturale arrivo della pensione. E cosa succede in quella benedetta, temuta, drammatica mattina dopo?
Partendo da questa domanda l’ex direttore de La Stampa e la Repubblica Mario Calabresi ha scritto un libro, basandosi sulle tante storie in cui si è imbattuto nello svolgimento della propria professione. Un libro portato a termine all’indomani del proprio “day after”: quando cioè si è ritrovato senza un lavoro, con molto tempo libero, dopo oltre dieci anni da massimo responsabile di importanti quotidiani nazionali. Senza responsabilità, senza un telefono che squilla ogni due minuti e soprattutto con tanti, troppi buchi in agenda. Anche per riempire questo vuoto Calabresi – che il suo vero “giorno dopo” l’ha dovuto in realtà affrontare da piccolissimo, quando cioè a due anni e mezzo si ritrovò orfano del padre, ucciso in modo violento dalle Brigate Rosse – si impegna nel portare a termine un progetto più volte rimandato. E decide di raccontare storie di angoscia, dolore, ma soprattutto di rinascita, vita e nuove opportunità.
Storie che partono dalla domanda “cosa ne sarà ora del mio futuro?”. Una domanda universale, che coinvolge tutti prima o poi. E la cui risposta spesso sta nel guardare al passato, recuperando la propria vicenda personale e le proprie radici che permettono di donare più solidità al futuro. Guardarsi indietro e scoprire che le cose inevitabilmente cambiano e continueranno a cambiare, sempre, aiuta di certo a relativizzare la propria condizione e a proiettarsi verso un domani meno terrorizzante.
Attraverso un grande lavoro di investigazione e ricerca di documenti e identità, effettuato negli archivi di Stato, comunali o parrocchiali, Calabresi ha realizzato un’opera accurata, in grado di ricostruire un percorso di normalità all’interno di situazioni eccezionali. E viceversa. E come nella miglior tradizione giapponese del Kinzugi si riparano i vasi rotti con l’oro, per mettere in risalto proprio quelle venature della riparazione che altrove si tenderebbero a nascondere, così viene in mente leggendo questo libro che spesso aggiustare, riparare e ripartire aumenta il valore delle persone, rendendole più preziose e luminose.

Tutti i diritti riservati
Calabresi e la resilienza del giorno dopo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento