Informazioni Pastorali "Andrà tutto nuovo"
stampa

La sinergia tra Ucd e Cpr sta dando buoni frutti

Grande successo ha riscosso il corso “Simile a un tesoro nascosto in un campo” proposto in sei zone della diocesi

Parole chiave: Educatori (1), Catechisti (3), Ragazzi (9), Spiritualità (5)
Don Alberto Malaffo e don Matteo Malosto

Prosegue la collaborazione tra Ufficio catechistico diocesano (Ucd) e Centro di pastorale ragazzi (Cpr). Dopo il corso base per catechisti, la prossima iniziativa che li vedrà operare concretamente in sinergia sarà il pellegrinaggio in Terra Santa del prossimo agosto. Nel frattempo però, mentre entrambe queste realtà proseguono con le rispettive proposte (si vedano i box in basso), il confronto a livello programmatico e pastorale si fa sempre più serrato. «Catechisti ed educatori ci riportano le loro difficoltà in questo tempo di passaggio – spiega don Alberto Malaffo, direttore dell’Ufficio catechistico – e si stanno rendendo conto che oggi il catechismo sembra aver perso di centralità, di qui la necessità di una risposta nuova, unendo le forze tra realtà diverse della nostra Chiesa». «È anche un modo per camminare insieme – gli fa eco don Matteo Malosto, direttore del Cpr –, il tentativo di declinare l’orizzonte pastorale delle unità pastorali anche a livello catechistico». Un lavoro di squadra, dunque, destinato a proseguire e a durare nel tempo. «Questa collaborazione per noi non deriva dalla necessità – prosegue Malaffo –; ognuno potrebbe proseguire sulla propria strada, ma intuiamo la bellezza di questa scelta di comunione per il nostro essere Chiesa».
Primo frutto di questa sinergia è stato appunto il corso “Simile a un tesoro nascosto in un campo”, cinque serate dedicate a educatori e catechisti di elementari e medie riproposte in sei differenti zone della diocesi. Sono stati oltre 1.300 i partecipanti a questo cammino fondato sulla Parola di Dio, per continuare o ricominciare a vivere con entusiasmo il servizio di annuncio verso i più piccoli. Un aiuto a riscoprire la vocazione del catechista, la chiamata a condividere una gioia, quella del Vangelo. «Lo scopo non era di risolvere i problemi della nostra catechesi – sottolinea Malosto – ma di ridare entusiasmo a chi svolge questo servizio all’interno delle nostre comunità. Nonostante la distanza generazionale, le fatiche sempre maggiori nel comprendere e nel coinvolgere i ragazzi, vogliamo proporre uno sguardo “divino” su ciascuno di loro, che sappia vedere all’unicità e alla bellezza che rappresenta, in quanto figlio di Dio». Ma, come testimoniato da molti partecipanti, è stata l’occasione anche per arricchire il proprio bagaglio di strumenti pastorali ed educativi. Nel corso delle cinque serate, infatti, ai sacerdoti si sono alternati pedagogisti, psicologi e giuristi che hanno focalizzato il loro intervento su attenzioni, tutele, sguardi da adottare nei confronti dei minori, elementi indispensabili per un annuncio d’amore di Dio che voglia essere autentico.

Educatori e catechisti pellegrini in Terra Santa
Un’esperienza spiritualmente significativa in programma dal 17 al 24 agosto
Il pellegrinaggio in Terra Santa del prossimo agosto (dal 17 al 24) sarà il culmine di questo anno di collaborazione tra Cpr e Ufficio catechistico. Un’esperienza a cui può partecipare chiunque, ma che avrà un “taglio” particolare, pensata appositamente per educatori e catechisti. Da Nazareth a Gerusalemme, passando per la città romana di Sepphoris, il Lago di Tiberiade, Betlemme e il Mar Morto. Luoghi in cui i colori, i profumi, gli spazi santi da toccare e le comunità locali da incontrare diventano guida indispensabile per comprendere il cammino itinerante di Gesù sulla terra e con le persone che ha incontrato. Ad accompagnare il gruppo ci saranno anche i due direttori, don Matteo Malosto e don Alberto Malaffo. L’iniziativa nasce come occasione per chi nel corso dell’anno svolge un servizio di annuncio a bambini e ragazzi, è un’opportunità per scoprire dal vivo e toccare con mano i luoghi di cui parlano e raccontano. «Abbiamo scelto questa proposta – spiega don Malosto – perché siamo convinti che per i catechisti possa essere una delle esperienze formative e spirituali più arricchenti e più profonde, anche per il proprio cammino personale». L’iniziativa è coordinata dall’Ufficio diocesano pellegrinaggi e si avvale dell’organizzazione tecnica dell’agenzia Experience Travel. Informazioni più dettagliate e costi sono reperibili attraverso i canali di comunicazione dei due Centri. Per le iscrizioni, rivolgersi direttamente all’agenzia (tel. 045.8104324).

Le iniziative dell’Ufficio catechistico...

battesimo x sito

Training primi passi
Un tempo di riflessione sui “primi passi”, ossia sull’accompagnamento pre e post-battesimale dei bambini appena nati. È la proposta del “Training primi passi” che l’Ufficio catechistico diocesano organizza dal 21 al 23 febbraio alla Casa pastorale san Giovanni Paolo II.
Un mini-corso con laboratori, celebrazioni e condivisioni per coloro che nelle parrocchie svolgono il servizio di preparare i genitori al Battesimo del figlio e li accompagnano negli anni successivi. Iscrizioni attraverso la sezione Pastorale della Curia diocesana (tel. 045.8083758).
Ritiro per catechisti
Sempre domenica 23 febbraio, dalle 9.30 alle 12.30 (con la possibilità di fermarsi a pranzo), alla Casa San Fidenzio di Novaglie sarà proposto il ritiro spirituale per tutti i catechisti. Sarà una mattina di ascolto e di meditazione della Parola di Dio, di silenzio e di preghiera, guidata da don Roberto Bianchini, abate di Isola della Scala.
Una sosta feconda a metà dell’anno pastorale, per continuare con rinnovato entusiasmo il cammino di fede e il servizio come catechisti.
Iscrizioni sul sito www.catechesiverona.it.
Formazione catechesi ai disabili
Focus sulla disabilità giovedì 23 aprile, con un incontro formativo aperto a preti e catechisti della diocesi.
Dalle 20.45 alle 22, infatti, l’Ufficio catechistico propone alla Casa pastorale san Giovanni Paolo II una preziosa serata in cui saranno consegnate le attenzioni principali da avere nella catechesi ai ragazzi diversamente abili. A guidare l’incontro sarà Valentina Caruzzo, insegnante di sostegno nella scuola primaria.
Anche per questa attività è necessario iscriversi attraverso il sito www.catechesiverona.it.

... e quelle del Centro pastorale ragazzi

ragazzi x sito

Veglia di Pasqua – 3ª media
“Chi cercate?” è il titolo della veglia di Pasqua organizzata sabato 28 marzo dal Centro di pastorale ragazzi per i preadolescenti di terza media. La serata itinerante, con partenza alle ore 20 dalla casa madre delle suore Orsoline (via Muro Padri, a Veronetta), ripercorrerà la Passione con gli occhi di alcuni personaggi che l’hanno vissuta, per fare capire che non si tratta di una storia di duemila anni fa, ma di un evento che ci riguarda e dal quale dipende la nostra felicità. La conclusione sarà a San Zeno in Monte con una testimonianza d’eccezione e la festa con gli N-joy animation. Iscrizioni obbligatorie entro il 21 marzo scrivendo a ragazzi@giovaniverona.it.
Festa del Passaggio
Immancabile nella primavera del Cpr l’appuntamento con la Festa del Passaggio per i preadolescenti di terza media. La data da segnare in rosso per ragazzi, catechisti e sacerdoti di tutta la diocesi è quella di sabato 9 maggio. Un evento che, come dice il nome stesso, sancisce in maniera simbolica la conclusione di un cammino di catechesi, dopo aver ricevuto il sacramento della Cresima, per approdare ai percorsi degli adolescenti. Il secondo sabato di maggio, al pomeriggio, al Centro Carraro di Lungadige Attiraglio, spazio dunque ai giochi, alle testimonianze e all’animazione. Informazioni e iscrizioni nelle prossime settimane sul sito www.giovaniverona.it.
Roma in 24 ore – cambio data
Anticipata al 25 e 26 agosto l’uscita “Roma in 24 ore” per cresimandi e cresimati. L’appuntamento, ormai divenuto una consuetudine, prevede la partenza la sera del martedì e il rientro a casa il giorno seguente, proprio 24 ore dopo. Destinazione Roma, per vivere assieme a centinaia di ragazzi della cresima e ai loro catechisti e famigliari l’incontro con papa Francesco, il pellegrinaggio sulla tomba di Pietro, momenti di testimonianza e preghiera. Ospite d’eccezione sarà quest’anno il preside di frontiera Pierluigi Bartolomei, responsabile della scuola di formazione “Elis”. Informazioni e iscrizioni prossimamente sul sito www.giovaniverona.it.

Tutti i diritti riservati
La sinergia tra Ucd e Cpr sta dando buoni frutti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento