Attualità
stampa

L’impegno lavorativo? In via di estinzione...

di REDAZIONE

Aziende in difficoltà per trovare giovani da impiegare. Le imprese cercano profili che non trovano, mentre chi debutta sogna altre cose...

Parole chiave: Lavoro (55), Giovani (77), Innovazione (3)
Giovane apprendista guidato da un operatore esperto in una officina (Foto Stockbroker@123RF.com)

di REDAZIONE

Gli aneddoti si sprecano, come le richieste inevase di posti di lavoro che non trovano qualcuno che li occupi: sono molte le aziende veronesi in difficoltà a reperire giovani da inserire nei propri organici, nell’attuare il passaggio generazionale tra vecchi e nuovi dipendenti, nel fidelizzare chi arriva affinché non se ne vada alla prima occasione. Va da sé che il problema sia riscontrabile soprattutto in quei profili tecnici che la scuola fatica a sfornare; ma rimane l’impressione di una gioventù poco “affamata” di lavoro e di una realizzazione personale attraverso di esso. Tutto e subito, senza troppa fatica: questo il leit motiv raccontato dagli imprenditori. Nel frattempo il mondo economico cambia a velocità vertiginosa, l’innovazione tecnologica impone di stare al passo o sparire, è in via d’estinzione l’occupazione stabile con la stessa mansione per tutta la vita. Il lavoro c’è, mancano molti lavoratori del futuro. E il crollo demografico certo non aiuterà a trovarli. Sicuramente gioverebbe poi una diversa politica retributiva: se sono preziosi, pagateli di più...
Il tema sviluppato nel "Primo piano" di Verona fedele del 15 maggio 2022, disponibile in edicola e in parrocchia.

L’impegno lavorativo? In via di estinzione...
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento