Attualità
stampa

Il matrimonio di fronte ad una corsa a ostacoli

di REDAZIONE

Chiusure, limitazioni, incertezza: nozze in picchiata. Solo 85mila matrimoni in Italia, 550 nel territorio della diocesi veronese

Parole chiave: Nozze (1), Matrimoni (7), Covid-19 (74), Pandemia (20)
Immagine di due sposi ripresi di spalle che escono dalla chiesa vuota al termine del rito del matrimonio

di REDAZIONE

Nel 2020 i matrimoni celebrati in Italia sono stati 85mila, contro i 184mila dell’anno precedente. A Verona le nozze in chiesa sono state 550, due terzi in meno rispetto al 2019. Numeri drammatici che si inseriscono in uno storico calo del numero di matrimoni celebrati in Italia. Ma la pandemia sembra aver dato un colpo di grazia: chiusure e coprifuoco, posti e inviti contingentati, tanta incertezza... Tutte cose che hanno spinto molte coppie a rinviare la data delle nozze, sperando che rimanga la voglia di celebrarle. Nella diocesi scaligera i corsi per fidanzati in qualche modo sono andati avanti (e raccontiamo le esperienze di Bovolone, San Massimo, Soave); completamente fermi invece i lavoratori che con l’indotto delle nozze campavano. Si spera ora che l’attenuarsi della pandemia rianimi sia la voglia di costruire una vita assieme, sia chi s’impegna per far realizzare il più bel sogno della vita, scacciando l’incubo del virus
L'approfondimento di questo tema su Verona Fedele del 25 aprile 2021 disponibile in abbonamento, in edicola e in parrocchia.

Il matrimonio di fronte ad una corsa a ostacoli
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.