Provincia
stampa

La funivia punta in alto

Record di guadagni e passeggeri in crescita 

La funivia punta in alto

La funivia Malcesine Monte Baldo sale sempre più in alto. Lo dicono i numeri del bilancio di esercizio 2017, presentato di recente in Camera di Commercio (uno dei tre enti soci, assieme alla Provincia e al Comune di Malcesine). L’utile registrato, pari a un milione e 569mila euro, è aumentato quasi del 50%; il debito, invece, si è azzerato, lasciando un milione di euro in cassa. 

«La performance dell’azienda è ottima – sottolinea Edoardo Scornajenghi, consulente della società PricewaterhouseCoopers Advisory spa –. L’abbiamo confrontata con altre venti aziende italiane comparabili, che fanno trasporti attraverso funivia: la Malcesine Monte Baldo registra 4 punti percentuali in più di utili rispetto alle altre, con un margine operativo netto più alto». 

In generale, dal 2014 la performance della funivia veronese è costantemente migliorata, incrementando sempre più la redditività. «Solo nell’ultimo anno, a fronte di una crescita del 2,2% dei costi di produzione, abbiamo registrato un 49% in più dell’utile di esercizio: quale altra azienda è in grado di fare cifre simili?», sottolinea il presidente Daniele Polato, da fine 2014 a capo del consiglio di amministrazione. 

I risultati – illustrati alla presenza del direttore Enrico Boni, del consigliere Fernando Morando e del vice presidente della Camera di Commercio Andrea Prando – sono da far risalire a un’ottima strategia di promozione e di marketing territoriale. «Ci siamo aperti su tutto l’asse del Baldo, finanziando interventi nei Comuni limitrofi e rendendoci visibili durante le manifestazioni più importanti di Verona e provincia – spiega Polato –. Soprattutto, però, hanno dato ottimi frutti gli investimenti per intercettare i turisti provenienti dall’estero, con campagne mirate condotte con la Camera di Commercio in Francia, Israele e Russia». 

Il lago di Garda è un bacino che richiama ogni anno 24 milioni di turisti. Numeri da capogiro, che si traducono anche in una maggior frequentazione della funivia. Su queste cabine rotanti, infatti, sono saliti 489mila passeggeri nel 2017 (39mila in più dell’anno precedente), con oltre 500 persone trasportate ogni ora dal lago alla cima del Baldo. «A giugno di quest’anno, particolarmente piovoso, ci aspettavamo un calo: invece si è toccato il record inatteso dei 68mila passaggi – riferisce Polato –. Anche i mesi un tempo considerati “morti”, come la primavera e l’autunno inoltrato, sono molto frequentati, specie dagli italiani, segno che è passato un messaggio: la funivia accompagna i turisti in un piccolo paradiso che si può gustare tutto l’anno». Nemmeno le incertezze meteorologiche – come la neve, grande assente dell’inverno 2017 – hanno scalfito i risultati. 

Alla luce di questi dati lusinghieri, ora la funivia Malcesine Molte Baldo guarda al futuro. Tra le idee in cantiere, c’è quella di creare nella stazione a monte una sala d’attesa tecnologica, fruibile dai passeggeri che aspettano il proprio turno per scendere a valle. All’innovazione digitale si guarda con interesse, visto che risultano molto utilizzati sia l’acquisto dei biglietti on line che la App dedicata, capace di segnalare servizi e percorsi (anche per scolaresche e persone con disabilità). 

«In 20 minuti la funivia accompagna i turisti dal lago alla montagna: una caratteristica unica, che affascina chiunque – conclude Polato –. Questo è un gioiello che deve continuare a essere valorizzato». 

Tutti i diritti riservati
La funivia punta in alto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento