Parrocchie
stampa

Con l’8xmille la bellezza nascosta torna a splendere nel borgo antico

di STEFANO ORIGANO

Il piccolo centro abitato di Roverchiaretta si fa più attrattivo e guarda al futuro

Parole chiave: Chiesa Cattolica (1), 8xmille (5), Roverchiaretta (3), Parrocchie (49)
Con l’8xmille la bellezza nascosta torna a splendere nel borgo antico

di STEFANO ORIGANO

Ci sono piccole parrocchie dislocate nelle zone periferiche della diocesi veronese che hanno una storia molto lunga e conservano una tradizione di fede e cultura notevole, testimoniata anche dall’architettura dei templi e dei complessi che li attorniano (case canoniche e opere parrocchiali). È questo il caso di Roverchiaretta, adagiata sulle rive dell’Adige come una gemma incastonata nella fertile pianura veronese. 

Dagli archivi storici risulta, sin dal 1526, come “parrocchia con rector” vicina al fiume Adige. La prima chiesa venne demolita nel 1850 e con i materiali di demolizione si costruì l’attuale dedicata alla Madonna del Carmine. La comunità religiosa di Roverchiaretta censita nel 1500 era di 560 anime, attualmente se ne contano circa 600. Nel corso dei secoli, dunque, è sempre stata questa la dimensione della comunità, che ha mantenuto nel tempo la sua caratteristica laboriosità e intraprendenza. Fino ad oggi vi ha sempre risieduto un parroco, dato non scontato per parrocchie di queste dimensioni.

La casa canonica è ora in fase di restauro dopo aver subito nel corso degli anni interventi non rispettosi del suo stile neoclassico originario, elaborato con caratteri stilistici e formali ricorrenti nella tipologia della “casa veneta”. Attualmente si presenta esternamente, nei suoi tre piani, in forte degrado, con evidenti distacchi di cornici, lesene, capitelli e decorazioni varie che originariamente ne identificavano il valore architettonico. Grazie alla sensibilità dei parroci che ultimamente vi hanno abitato e in particolare all’attuale, don Piergiorgio Belloni, si è iniziato a pensare al suo restauro, per ridare il giusto valore a questo edificio. L’immobile è stato dichiarato, dalla Soprintendenza, bene di interesse culturale e sottoposto a tutte le disposizioni di tutela secondo la legge 42/2004. 

Il restauro già iniziato prevede il ripristino originario dell’edificio, sia nelle decorazioni, negli stucchi, nei capitelli, nel timpano, ma anche negli infissi, riportandoli alla loro posizione e fattura originaria.

Il progetto iniziale prevedeva un costo dell’opera accettabile dalla piccola comunità religiosa di Roverchiaretta, ma il protrarsi delle pratiche burocratiche, l’arrivo del Covid e da ultimo la guerra e i conseguenti  aumenti dei prezzi, hanno fatto raddoppiare il costo dell’opera che attualmente ammonta a circa 130mila euro.

Si comprende come la spesa per la piccola comunità di Roverchiaretta sia divenuta  quasi insostenibile, ed è solo grazie ai fondi dell’8xmille della Cei, con il contributo di 50mila euro, unitamente alla concessione di un finanziamento bancario e all’aiuto caritatevole di alcuni privati e aziende della zona, che si riuscirà a donare alla casa canonica l’antica bellezza.

«Il complesso immobiliare parrocchiale di Roverchiaretta, composto da un monumentale campanile con un concerto campanario di 6 campane, la chiesa, la casa canonica, il sagrato, un antico oratorio, il vasto prato e giardino con edifici per magazzini e ambienti pastorali, contribuisce a rendere questa frazione un luogo aperto alla socialità  e alla vita comunitaria – ricorda il parroco –. Non è da sottovalutare la presenza della strada che mette in comunicazione con il ponte i comuni a sinistra dell’Adige con quelli a destra. Non è facile prevedere il futuro per Roverchiaretta, ma si ritiene che questo restauro contribuirà a restituire ordinata, alle nuove generazioni, l’eredità che i nostri padri ci hanno affidato e a dare un’immagine rassicurante alle giovani famiglie che vorranno stabilirsi in questo piccolo ma incantevole centro, lontano dal frastuono delle città».

Tutti i diritti riservati
Con l’8xmille la bellezza nascosta torna a splendere nel borgo antico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento