Cultura & spettacoli
stampa

Torna il "Settembre dell'Accademia"

Il Filarmonico ospiterà le migliori orchestre del sinfonismo classico internazionale

Parole chiave: Accademia Filarmonica di Verona (1), Eventi (6), Spettacoli (3), Musica (7)
Torna il "Settembre dell'Accademia"

Sarà la Staatskapelle di Dresda a inaugurare il 6 settembre il "Settembre dell'Accademia". Un appuntamento consolidato, proposto dall’Accademia Filarmonica di Verona. Diretta dal newyorkese Alan Gilbert, l'orchestra sassone si esibirà nel Concerto per violino n. 2 di Prokof’ev e nella Sinfonia n. 1 di Gustav Mahler.

Il 12 settembre invece debutterà Martha Argerich, una delle più grandi interpreti del secolo, amatissima per la brillantezza del suo pianismo e per la libertà interpretativa. La pianista argentina eseguirà il Concerto Op. 54 di Robert Schumann. Argerich ha sostenuto in questi anni la creazione della Youth Orchestra of Bahia, diretta da Ricardo Castro, un’orchestra giovanile che offre ai ragazzi delle favelas brasiliane un futuro diverso rispetto a quello della strada.

Il 17 settembre la Filarmonica della Scala ritroverà sul podio Myung-Whun Chung, uno dei direttori che conoscono più intimamente la personalità dell’orchestra milanese, che ha diretto un centinaio di volte a partire dal suo debutto nel lontano 1989. Chung dirigerà la Sesta Settima Sinfonia di Beethoven. 

Dopo il successo dello scorso anno, il 22 settembre tornerà a Verona pure la Philharmonia Orchestra di Londra, diretta dal finlandese Esa-Pekka Salonen. Aprirà il concerto il notturno Verklärte Nacht di Arnold Schöenberg per archi, seguito dalla Settima Sinfonia di Anton Bruckner.

Anche la Mahler Chamber Orchestra è un gradito ritorno al "Settembre dell’Accademia". Il 30 settembre l’orchestra fondata da Claudio Abbado proporrà un programma senza direttore, con una prima parte dedicata a Mozart (Adagio e fuga K546 Sinfonia concertante per violino e viola K364) e una seconda con un suggestivo accostamento all’insegna del do minore tra la drammatica Sinfonia da camera Op. 110a di Šostakovič e la cantata Ich habe genug di Johann Sebastian Bach.

Negli ultimi anni il "Settembre dell’Accademia" ha selezionato giovani pianisti già affermati internazionalmente per un recital. Il 6 ottobre debutterà a Verona il vincitore del concorso Chopin di Varsavia 2005, Rafał Blechacz, che in riva all'Adige proporrà pagine famose di Chopin, Mozart, Beethoven e Schumann. 

Operazione nostalgia per il concerto del 15 ottobre, con la Glenn Miller Orchestra a rinverdire i fasti dell’epoca dello swing. Il titolo dello spettacolo ideato dal direttore Wil Salden è Jukebox Saturday Night, titolo che farà da leitmotiv e pretesto per ascoltare le canzoni anteguerra del celebre Glenn Miller, con l’intervento del gruppo vocale Moonlight Serenaders.

Chiuderà il festival l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia, diretta da Mikko Franck, con la presenza della star del violoncello Sol Gabetta, che suonerà il raro Concerto in re minore di Édouard Lalo. Franck, appena nominato direttore Ospite Principale dell’orchestra romana, dirigerà la più romantica delle sinfonie di Sibelius, la Seconda.

La biglietteria dell'Accademia si trova in via Roma 3, a Verona, ed è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19; il sabato dalle 10 alle 12.

Tutti i diritti riservati
Torna il "Settembre dell'Accademia"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento