Chiesa
stampa

Caritas, tutti i segni che rilanciano la solidarietà

Dagli Empori alle risposte all’urgenza casa. Ecco le iniziative Caritas nate durante l'Anno santo della Misricordia.

Parole chiave: Mosericordia (1), Caritas (11), Anno Santo (5), Giubileo (6)
Caritas, tutti i segni che rilanciano la solidarietà

«È mio vivo desiderio che il popolo cristiano rifletta durante il Giubileo sulle opere di misericordia corporale e spirituale. Sarà un modo per risvegliare la nostra coscienza spesso assopita davanti al dramma della povertà e per entrare sempre di più nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina. La predicazione di Gesù ci presenta queste opere di misericordia perché possiamo capire se viviamo o no come suoi discepoli». (Papa Francesco, Bolla Misericordiae Vultus, 15).
«Papa Francesco ci esorta continuamente ad essere Chiesa in uscita – sottolinea mons. Giuliano Ceschi, direttore della Caritas diocesana veronese – e lo siamo, soprattutto, quando accettiamo di essere strumenti di Cristo per liberare e promuovere i poveri in modo che essi possano offrire, a loro volta, a noi la loro inimmaginabile ricchezza». Pertanto nell’anno del Giubileo della Misericordia la Diocesi di Verona con la Caritas Diocesana Veronese ha avviato un percorso di riflessione sui bisogni rilevati dai 57 centri di ascolto del territorio. Ne emerge la necessità di offrire progetti di sostegno a famiglie in stato di fragilità sociale, economica, abitativa.
I segni giubilari scaturiti da questa riflessione sono tre: l’ampliamento della rete degli Empori della Solidarietà; il recupero di alloggi sfitti; la campagna “Adotta una famiglia vicina”.
Il primo segno è il frutto del lavoro svolto per replicare il modello dell’“Emporio della solidarietà”, riconvertendo la modalità di distribuzione della “borsa spesa” e realizzando sistemi integrati di approvvigionamento, distribuzione di alimenti, accompagnamento. Ad oggi si sono aggiunti, a quelli di Verona e Villafranca, gli Empori di San Martino Buon Albergo, Bardolino-Garda e Legnago. Altre zone pastorali si stanno attivando per l’apertura di questi punti solidali di distribuzione di alimenti.
Con il secondo segno, a fronte dell’alto numero di alloggi sfitti presenti sul territorio diocesano, si è inteso intervenire per potenziare il lavoro avviato nell’ambito dell’housing sociale rivolto alle famiglie: diversificando e aumentando l’offerta, recuperando alloggi già esistenti, sperimentando la co-abitazione. Molti alloggi attualmente sfitti sul territorio diocesano, infatti, spesso abbisognano di interventi limitati per ritornare ad essere funzionali ed abitabili.
In particolare si sta procedendo con il recupero di appartamenti con l’Ater, con un monastero e con privati cittadini. Inoltre è stato avviato il progetto “Affitti sociali” realizzato con la collaborazione del Comune di Monteforte d’Alpone e la Caritas vicentina. Si tratta di un intervento di prevenzione rispetto a situazioni di difficoltà abitativa che prevede di sostenere temporaneamente i costi dell’affitto nei casi in cui ci sia una riduzione del reddito da lavoro. Il progetto vuole intervenire prima che si verifichino condizioni più gravi che portano in genere all’avvio di procedure di sfratto.
Il terzo segno è la realizzazione di una campagna che chiede alla comunità di diventare protagonista in questo cammino giubilare. “Adotta una famiglia vicina… casa e cibo” vuole sensibilizzare parrocchie e privati cittadini a contribuire alla realizzazione dei primi due segni per darne sostenibilità nel tempo. Con donazioni di denaro: per assicurare alle famiglie accolte e accompagnate dalla rete Caritas un supporto per progredire nel loro percorso di autonomia; con beni: cibo per rifornire gli scaffali degli Empori della solidarietà; alloggi sfitti da mettere a disposizione per il progetto di housing sociale rivolto alle famiglie. Infine con il tempo: offrendo qualche ora di volontariato. Per maggiori informazioni, Caritas diocesana veronese, tel. 045.8302649, e-mail: progetti@caritas.vr.it.

Caritas, tutti i segni che rilanciano la solidarietà
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento