Attualità
stampa

Verona fa gola alla mafia

Perquisizioni e arresti a Zimella, terra del boss "Gheddafi": operazione antimafia del Ros dei Carabinieri

Parole chiave: 'ndrangheta (1), Avviso Pubblico (1), Antimafia (1), Mafia (3)
Verona fa gola alla mafia

Nella pacifica Zimella, paesino di cinquemila anime dell'estremo Est veronese, "Gheddafi" (alias Domenico Multari) regnava sovrano. La sua rete di relazioni mafiose è stata però portata alla luce dall'operazione antimafia “Terry” del Ros dei Carabinieri, col coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Venezia.
Venti le perquisizioni e sette i provvedimenti cautelari contro il gruppo criminale riconducibile alla famiglia Multari, attiva nel territorio veronese da oltre trent’anni, ma originaria di Cutro (Crotone).

Avviso Pubblico – l'associazione che dal 1996 riunisce gli amministratori pubblici che si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica – esprime il proprio plauso e ringraziamento alle forze dell'ordine per l'operazione, conclusa dopo un anno di indagini.
«Si tratta di un risultato estremamente importante nel contrasto non solo alla criminalità economica, ma anche all’infiltrazione ‘ndranghetista nel tessuto economico veronese– rileva Mirco Frapporti, coordinatore della provincia di Verona e sindaco di Fumane –. Questa e altre precedenti inchieste come Valpolicella, Stige, Fiore reciso, Aemilia e Ciclope confermano la presenza mafiosa sul territorio della provincia, che si sta sempre più manifestando. Mi auguro che le istituzioni locali, gli ordini professionali e il mondo imprenditoriale alzino sempre di più la guardia sulle evidenze che emergono dalle inchieste della magistratura per costruire un’alleanza strategica fondamentale contro l’avanzata delle organizzazioni criminali». 

Tutti i diritti riservati
Verona fa gola alla mafia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento