Attualità
stampa

Servizio civile universale: crescere (bene) come cittadini

Domande fino al 10 ottobre per giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni

Parole chiave: Servizio civile (3), Terzo Settore (6), Volontariato (30)
Servizio civile universale: crescere (bene) come cittadini

Quasi un esercito, però pacifico nelle sue azioni, le cui folte fila sono composte da 39.646 operatori volontari. La compagine è quella del Servizio civile universale, per entrare a far parte della quale i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni hanno tempo fino alle 14 del prossimo 10 ottobre per presentare la propria domanda di partecipazione.
Da quest’anno si effettua attraverso la piattaforma Dol, acronimo di Domanda on line: un sistema che consente di compilare e poi di inviare la richiesta di adesione attraverso computer, tablet oppure smartphone senza moduli cartacei da riempire, raccomandate da spedire, documenti da consegnare a mano. Una pratica novità introdotta per agevolare e velocizzare le adesioni. Attenzione però: l’accesso è possibile solo attraverso Spid, il Sistema pubblico di identità digitale, cioè con le credenziali fornite dal dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale.
Scegliere il Servizio civile significa impegnarsi in un progetto finalizzato alla difesa non armata e nonviolenta della patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana con azioni a beneficio delle comunità e del territorio. Per comprendere meglio questo concetto, è opportuno tornare alle origini dell’iniziativa: nasceva nel 1972 come diritto all’obiezione di coscienza al servizio militare, si trattava quindi di un’alternativa alla leva e, in quanto tale, era obbligatoria. Quasi trent’anni dopo, è stata la legge 64 del 6 marzo del 2001 a istituire il Servizio civile nazionale su base volontaria, aprendo questa possibilità anche alle donne. Quando nel 2005 veniva sospeso il servizio di leva obbligatorio, il Servizio civile su base volontaria proseguiva il proprio cammino, evolvendosi fino ad arrivare a quello che è ai giorni nostri. Nel 2017 da nazionale è diventato universale, con l’obiettivo di renderlo un’esperienza aperta al coinvolgimento di tutte le giovani generazioni. Purché gli aspiranti operatori siano in possesso di determinati requisiti: essere cittadino italiano o di un altro Paese dell’Unione Europea o non comunitario regolarmente soggiornante in Italia; non avere riportato condanne in Italia o all’estero.
L’offerta (consultabile sul sito www.scelgoilservizio-civile.gov.it) è piuttosto variegata.
Assicura un assegno mensile pari a 439,50 euro (per l’estero si aggiunge un’indennità giornaliera compresa tra i 13 e i 15 euro), crediti formativi e formazione iniziale a fronte di 25 ore settimanali o di un totale di 1.145 ore da svolgere nei settori dell’assistenza, della protezione civile, del patrimonio ambientale, storico, artistico, culturale; inoltre dell’educazione, dell’agricoltura in zone di montagna, della promozione della pace. Entro questi confini si declinano i 3.797 progetti che si realizzeranno tra il 2019 e il 2020 con una durata variabile tra gli 8 e i 12 mesi. Con la possibilità di rimanere accanto a casa, di spostarsi in un’altra città o addirittura di trascorrere un periodo all’estero, scegliendo tra una delle 130 proposte destinate a 951 operatori volontari.
Infine, ammontano a 167 i progetti “con misure aggiuntive” che consentiranno a 2.196 ragazzi di cogliere le opportunità introdotte dalla recente riforma del Servizio civile universale: trascorrere da uno a tre mesi in un altro Paese dell’Unione Europea oppure, in alternativa, un periodo di tutoraggio finalizzato a facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro. Per compiere, insomma, qualche passo in più verso l’autonomia e soprattutto per crescere come cittadini.

Servizio civile universale: crescere (bene) come cittadini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento