Attualità
stampa

L’agricoltura “semina” un futuro di novità

di REDAZIONE

Bilancio di fine stagione e Coldiretti ha una nuova guida. I giovani agricoltori che scovano nuovi business 

Parole chiave: Agricoltura (15), Coldiretti (11), Innovazione (2), San Martino (12)
Daniele Righetti nel suo vivaio di piante carnivore

di REDAZIONE

A san Martino tradizionalmente si chiude l’annata agricola e si fa un bilancio della stessa, in chiaroscuro a Verona: bene cereali e viti, male frutta e olio a causa di una stagione climatica particolare. Intanto Coldiretti sostituisce alla presidenza Daniele Salvagno con il giovane Alex Vantini: “cavaliere” di un’agricoltura che appunto sui giovani, sulle novità, sugli innesti tecnologici e sulla diversificazione vuole trovare ulteriori spazi e un futuro solido. L’agricoltore “classico” non esiste quasi più: oggi è un professionista che si deve confrontare da una parte con il nuovo (tecnologie, idee) che arriva da tutto il mondo; dall’altro con mercati sempre più evoluti e sofisticati. Un esempio sono stati gli Oscar Green assegnati ai giovani agricoltori proprio da Coldiretti: raccontiamo due iniziative che spiegano questo trend. A Selva di Progno c’è chi alleva alpaca e lama andini per escursioni e per il pregiato vello; a Fumane c’è chi ha creato particolari serre per coltivare piante carnivore. Due business insoliti che esplorano nuove opportunità e accarezzano il tema della sostenibilità ambientale, da sempre cavallo di battaglia degli agricoltori.

Tutte le notizie e gli approfondimenti su Verona Fedele del 14 novembre 2021 disponibile in edicola ed in parrocchia.

L’agricoltura “semina” un futuro di novità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.