Provincia
stampa

La Casa dei Sogni sta diventando una meravigliosa realtà

In un'ala dell'ex ospedale di Caprino accoglienti spazi per chi è disabile

Parole chiave: Caprino (4), Anziani (18)
La Casa dei Sogni sta diventando una meravigliosa realtà

Ci sono quasi. Sono in corso ancora gli ultimi passaggi burocratici e poi si potranno finalmente avviare le pratiche per l’apertura del cantiere che farà nascere “La Casa dei Sogni” a Caprino Veronese. Si tratta di un complesso che prenderà forma all’interno dell’ala più vecchia dell’ospedale caprinese, ormai in disuso, e sarà composto da una residenza per persone con disabilità e due appartamenti per coloro che possiedono problematiche lievi e possono puntare a una certa autonomia.
Il progetto è partito grazie all’impegno dell’associazione “Casa dei Sogni”, nata alla fine del 2012 da un gruppo di amici e genitori che vuole costruire e rendere operativo – con accreditamento Ulss – un centro per persone con disabilità psico-fisica nella zona del Baldo-Garda. «Ormai da quasi sette anni stiamo portando avanti questa idea – spiega l’attuale presidente, Matteo Segattini – in risposta al bisogno dei genitori di figli con difficoltà di avere un luogo dove saranno accolti e dove potranno condurre una vita sicura anche dopo che loro, per vari motivi tra cui il venir meno progressivo della forza fisica, non potranno più garantirla direttamente. Con La Casa dei Sogni cerchiamo di venire incontro anche all’effettiva mancanza di strutture di questo tipo nella nostra zona. A Garda c’è un centro diurno, a San Benedetto di Lugana “La Nostra Casa” fondata da don Pozzetti, ma nell’entroterra non c’è altro».
Così, dal 2013 il gruppo ha lavorato per trovare un sito adeguato allo scopo e lo ha trovato nell’edificio di proprietà della Sanità veneta. «Dal 2015 – prosegue Segattini – abbiamo svolto tutte le complesse pratiche burocratiche necessarie per l’ottenimento dell’edificio dell’ex ospedale di Caprino, in usufrutto per trent’anni. Ci è voluto molto tempo per ottenere questa cosa, ma l’abbiamo raggiunta circa un anno fa, il 15 gennaio 2018, con il parere favorevole della Quinta commissione regionale».
Dopo il sì del Consiglio comunale e della Regione, ora l’associazione – che può contare anche su una fondazione che porta il medesimo nome – attende con ansia di poter iniziare i lavori. Il Comune di Caprino, peraltro, appartiene al gruppo dei soci fondatori del gruppo Casa dei Sogni.
«L’edificio va completamente ristrutturato – fa sapere Segattini – per ottenere la residenza con dieci posti per persone con disabilità medio-gravi e i due miniappartamenti per persone con disabilità lievi. Ci piacerebbe anche realizzare un centro diurno per una ventina di utenti. In tutto ci vorrà circa un milione di euro per rendere adatto l’ex ospedale».
La comunità alloggio è una struttura destinata a ospitare persone adulte che non hanno la possibilità di vivere autonomamente presso il proprio nucleo famigliare. Gli obiettivi principali che attraverso di essa si vogliono raggiungere, sono la gestione della vita quotidiana, lo sviluppo delle abilità sociali e il tentativo di creare esperienze le più vicine possibili a un’esistenza serena e autonoma.
«La parte burocratica presenta sempre delle lungaggini, ma a mio avviso dovremmo avere tutti i nullaosta del caso al massimo entro tre mesi – auspica il presidente – dopodiché la struttura verrà formalmente data in comodato d’uso al Comune di Caprino da parte dell’Ulss 9 Scaligera, che a sua volta la darà in gestione alla Fondazione Casa dei Sogni. La quale dovrà farsi carico non solo della gestione, ma anche del finanziamento dei lavori».
La raccolta fondi per rendere possibile il progetto e per sostenerlo in futuro è ancora aperta ed è possibile fare una donazione liberale con varie modalità. Per informazioni: info@fondazionelacasadeisogni.it.

Tutti i diritti riservati
La Casa dei Sogni sta diventando una meravigliosa realtà
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento