Città
stampa

100 anni di scoutismo cattolico: domenica 7 maggio festa in Arena

di REDAZIONE

Un grande momento di festa e alle 11 Messa col vescovo Domenico

Parole chiave: Scout (5), Agesci (2), Arena (26), Messa (14), Vescovo (380)
100 anni di scoutismo cattolico: domenica 7 maggio festa in Arena

di REDAZIONE

Migliaia di ragazzi e di ragazze provenienti da tutta la provincia, con i loro ‘fazzolettoni’ variopinti, domenica 7 maggio, a partire dalle 8.30, riempiranno di canti e allegria i gradoni dell’Arena, in occasione dello straordinario evento con cui si festeggeranno i cent’anni dalla nascita dello scautismo cattolico a Verona.
 Un secolo di Storia e di tante storie che si intrecciano. Un’occasione per riflettere sul passato e per trovare nuovo entusiasmo nel cammino. È il monito di Robert Baden-Powell, fondatore dello scautismo internazionale: “Guarda più lontano, guarda più in alto, guarda più avanti e vedrai una via. Ma sappi anche voltarti indietro per guardare il cammino percorso da altri che ti hanno preceduto. Essi sono in marcia con noi sulla strada”. Programma. La giornata, dopo l’accoglienza di tutti i gruppi, inizierà con uno spettacolo allestito dagli ‘Oltre il sipario’, compagnia teatrale formata da capi scout provenienti da tutto il Veneto. Dopo il rinnovo della Promessa seguiranno testimonianze e momenti di riflessione e di festa che coinvolgeranno tutti i presenti. Concluderà la mattinata la celebrazione della messa, presieduta dal vescovo di Verona Domenico PompiliIn Arena saranno presenti circa 1.400 Lupetti e Coccinelle, gli associati più piccoli, 1.700 Esploratori e Guide (ragazzi e ragazze che hanno dai 10 ai 15 anni), seicento Rover e Scolte (ragazzi e ragazze dai 17 ai 21 anni) e 530 capi divisi nelle tre branche, termine che indica la suddivisione dei partecipanti per fasce di età.
 L’evento è stato presentato in Comune dall’assessore alle Politiche giovanili Jacopo Buffolo. Per Agesci presenti il responsabile di Zona Vr Monte Baldo Andrea Pachera,  il referente di parola responsabile di Zona Vr Monte Baldo Beatrice Vignoni, l’assistente Ecclesiastico Vr Monte Baldo don Andrea Brunelli, il responsabile di Zona Vr Custoza Pietro Mazzi, il consigliere Regionale Vr Est Manuela Pettene e per Fondazione Cattolica Adriano Tomba.  «Celebrare il centenario – hanno spiegato gli organizzatori Agesci – vuole essere occasione di incontro e confronto tra le tre zone, che difficilmente si trovano a lavorare insieme. Con questo evento l’Agesci veronese e tutti gli scout di oggi e di ieri non vogliono solo festeggiare un ricordo che appartiene al passato, ma da questo cercare un rilancio per il futuro, come punto di ripartenza, bussola per educare i ragazzi e le ragazze alla vita cristiana». I festeggiamenti in Arena costituiscono l’ultima tappa di un percorso iniziato a ottobre dell’anno scorso, che ha coinvolto capi e ragazzi, e concluderanno le attività dell’“uscita”, diversificate in base alle varie branche di appartenenza. Infatti, sabato 6 maggio i Lupetti e le Coccinelle più grandi delle tre zone - il CdA, Consiglio degli Anziani, composto da bambini e bambine di quinta elementare -, divisi in tre sottocampi vivranno, negli spazi dell’Istituto Gresner di via Provolo, delle scuole alle Stimate e nella parrocchia di Santa Croce a Borgo Venezia, un pomeriggio di giochi tipici dei primi scout veronesi e una caccia di atmosfera, una veglia durante la quale verranno presentate ai bambini le testimonianze e le vite di coloro che hanno vissuto con gioia la loro fede cristiana, tema su cui i loro capi hanno lavorato durante l’anno attraverso un percorso di catechesi, caratterizzato da momenti di condivisione e di laboratori manuali. Gli Esploratori e le Guide radunati sui bastioni dove alloggiano in tenda, concluderanno il percorso che li ha portati a interrogarsi su come vivere la natura e il creato con essenzialità, attraverso l’avventura, e su come esserne custodi. In preparazione al centenario, inoltre, era stato organizzato, a gennaio, un evento per i capi squadriglia, con l’obiettivo di scoprire la storia dello scautismo veronese, in vista dell’uscita gemellata, che, lo scorso marzo, ha coinvolto tutti i reparti delle tre zone e che è stata occasione di conoscenza e di intreccio di tradizioni. Infine, a Villa Buri, luogo che da sempre rappresenta un punto di riferimento per lo scautismo scaligero e nazionale, alla vigilia della grande celebrazione in Arena, si daranno appuntamento tutti i Rover e le Scolte che, divisi in clan di formazione, incontreranno testimoni e persone significative e lavoreranno su come, a loro volta, essere essi stessi testimoni per il futuro. A loro è stato rivolto, durante l’anno, il ‘gazzettino’ dei testimoni, attraverso il quale, periodicamente e con il sostegno del Centro Studi sul metodo scout “Luigi Brentegani”, che ha sede a Santa Maria in Stelle, sono stati presentati coloro che hanno avuto un ruolo di rilievo per l’associazione. Invece, i ragazzi del Noviziato, di 16 anni, arriveranno a Villa Buri dopo un percorso a tappe attraverso la città, sempre sul tema della testimonianza. Informazioni sul sito del centenario.  

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
100 anni di scoutismo cattolico: domenica 7 maggio festa in Arena
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento