Attualità
stampa

Quando il lavoro non trova lavoratori

Tanti disoccupati e troppi posti “liberi”. Il paradosso italiano: tanti giovani disoccupati, ma le aziende non riescono a reperire personale qualificato per le loro esigenze

Parole chiave: Lavoro (29), Disoccupazione (1), Formazione professionale (1)
Persona vestita da lavoro con sguardo interrogativo

Le statistiche raccontano di una disoccupazione giovanile (tra i 25 e i 34 anni, insomma di chi ha certamente finito il percorso di studi) che sfiora il 16%; le cronache, invece, di molte aziende o realtà imprenditoriali che non trovano i profili giusti da assumere. E si parla di decine di migliaia di posti di lavoro. Un vuoto che va colmato con una buona informazione e una più adeguata formazione: ci sono molte “nicchie” lavorative poco esplorate dai giovani e ricche di opportunità. Ne abbiamo raccontate alcune, mentre rimane l’esigenza di coordinare la formazione dei nostri ragazzi sia con i fabbisogni dell’economia, sia con i cambiamenti della stessa: la logistica avanzata, la rivoluzione digitale, il cambiamento delle modalità di vendita, le nuove tecnologie impongono di rinnovare l’offerta formativa, per evitare di produrre tanti diplomati e laureati, e altrettanti disoccupati. Rimane infine la necessità di... sapersi presentare al mondo del lavoro. Ne abbiamo parlato con chi sul tema ha scritto un libro che insegna appunto a valorizzare le proprie competenze e a presentarle nel modo migliore possibile ai tempi di Linkedin e delle selezioni fatte magari da remoto, davanti allo schermo di un computer.

L'approfondimento e le testimonianze su Verona Fedele del 4 ottobre 2020 disponibile in edicola e in parrocchia.

(foto: Thunderstock@123RF.com)

Quando il lavoro non trova lavoratori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento