Attualità
stampa

Cellulare alla guida, caccia ai furbetti

La disattenzione è la prima causa di incidenti: lo dicono i numeri

Parole chiave: Polizia municipale (2), Strade (3), Cellulare (1), Incidenti (3), Sicurezza stradale (2), Controlli (2)
Cellulare alla guida, caccia ai furbetti

I furbetti del cellulare nel mirino della polizia municipale. A Verona, ad agosto si sono intensificati i controlli a tappeto, con l’utilizzo di agenti in borghese e in moto per intercettare con precisione chi sgarra. Bussano direttamente sul finestrino dell’auto, prendendo in castagna gli automobilisti distratti dal telefonino. I guidatori sono colti nel pieno della lettura di messaggi, nell’invio (bruciante) di un audio vocale su Whatsapp o nell’aggiornamento (improrogabile) dei social network. Tutte azioni vietate mentre si è alla guida; pure se il semaforo è rosso, va ricordato.

Finora sono stati 543 gli utenti sanzionati da inizio anno per l’utilizzo indebito del cellulare al volante. A loro è stato subito emesso un verbale da 161 euro, con la contemporanea decurtazione di cinque punti dalla patente, raddoppiati per i neo patentati. Oltre alla sanzione, rammenta la polizia municipale, è prevista pure la sospensione della patente se si verifica una seconda violazione nel biennio.

Inoltre, in caso di grave incidente stradale, i vigili chiedono all’autorità giudiziaria di accedere ai tabulati telefonici e alla connessione dati. In questa maniera si chiariscono dinamiche altrimenti inspiegabili e fuoriuscite di strada autonome. 

Per reprimere i comportamenti scorretti, anche in vista dell’avvio dell’anno scolastico, gli agenti continueranno i controlli. La distrazione è la bestia nera da combattere, insieme all’eccessiva velocità. Molti studi scientifici hanno dimostrato che l’uso del cellulare riduce del 50% i tempi di reazione per chi guida; la soglia di attenzione si abbassa notevolmente ed è equiparabile a quella di chi guida in stato di ebbrezza. 

Tenere in mano il telefono, scrivere o navigare mentre si è su strada ci trasforma in autisti ubriachi (di tecnologia, ma con effetti devastanti analoghi all’alcol). Perché il rischio di causare un incidente aumenta dalle 4 alle 8 volte. Un’imprudenza che può essere tranquillamente evitata nascondendo il telefono e riappropriandosene quando si è giunti a destinazione.

Tutti i diritti riservati
Cellulare alla guida, caccia ai furbetti
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (1 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento