L'opinione
stampa

Quando si è nonni lo si è di tutti i bambini del mondo

Essere felici da soli quando ci sono bimbi che soffrono è troppo poco per vivere un’esperienza come la nostra

Parole chiave: Roberto e Piero Dalle Vedove (1), Nonni (3), Opinione (61)
Roberta e Piero Dalle Vedove

Il 2 ottobre il calendario liturgico prevede la festa degli Angeli Custodi, per lo Stato italiano è diventata la Festa dei nonni. La nostra esperienza di nonni nasce una sera di fine giugno di qualche anno fa, quando uscendo dalla Messa di suffragio a un anno dalla scomparsa di quella che sarebbe stata la “bisnonna”, nostra figlia, o più precisamente, nostro genero ci ha detto: «Aspettiamo un bambino».
I pensieri, più che le parole, ci hanno accompagnato quella sera e per molti giorni a seguire. Diventavamo nonni! Lo sappiamo che da migliaia di anni questa nostra esperienza è stata vissuta da milioni di persone, e altrettanti la vivranno in futuro, ma a noi sembrava di essere unici.
Un miracolo si stava compiendo. È vero che come genitori questo miracolo lo avevamo già vissuto nell’attesa e nella nascita delle nostre figlie, ma siamo stati subito consapevoli che questa nuova esperienza sarebbe stata diversa, la avremmo vissuta per certi aspetti con maggior distacco e consapevolezza, ma nello stesso tempo con una grande intensità ed emozione.
Nel periodo dell’attesa non abbiamo mai mancato di ringraziare Dio per questo dono, di pregare perché  tutto andasse bene, trepidando negli ultimi giorni della gravidanza ansiosi di vedere il viso di colei o di colui che sarebbe arrivato o arrivata. È stata una gioia condivisa all’interno della famiglia, con il bisnonno, con i parenti e con gli amici, perché una nuova persona che si affaccia al mondo è una ricchezza per tutta la comunità.
Ora sono passati due anni e mezzo, sono stati anni, grazie a Dio, felici.
È un’esperienza quello di essere nonno e nonna che si rinnova ogni giorno, in ogni visita, in ogni telefonata, in ogni volta che ti senti dire: “Dai nonno, dai nonna vieni a giocare con me».
Non manca certo il senso di responsabilità, la paura di non essere sempre all’altezza della situazione, il rischio di voler far valere la propria esperienza. Ma siamo sicuri che se con semplicità e con umiltà viviamo questa nuova situazione, consapevoli che nonni non si nasce, ma si diventa, consci degli errori che possiamo fare, possiamo dire, anzi gridare, che “essere nonni è bello”.
A fare i nonni non te lo insegnano i libri o gli esperti, che possono solo aiutarti, ma è l’esperienza, le scelte, gli errori, il continuo confronto con i genitori, lo scambio di pensieri ed emozioni con gli amici che stanno vivendo la stessa esperienza. Tutto questo ti fa crescere, ti aiuta come persona, rafforza l’essere coppia.
Essere nonni ti fa fare cose che non facevi da anni, giocare con le bolle, salire sull’altalena, trasformarsi in principesse, comporre i puzzle (cosa che non siamo mai riusciti a fare da genitori), correre in un parco giochi, raccontare storie, ritrovare nei meandri della memoria occasioni, incontri, situazioni, eventi, che solo il sorriso di un bambino è in grado di evocare.
È proprio per questo che specie davanti alle immagini dei bambini in fuga dalle terre martoriate dalla guerra o dalla fame, o quando sentiamo notizie di maltrattamenti, uccisioni, nasce in noi un grido: non è tollerabile che al mondo ci sia un’infanzia così dimenticata, tribolata, senza amore!
Questi tristi pensieri li superiamo guardando negli occhi nostra nipote, guardando il modo con cui i genitori la coccolano, sentendo la sua voce. Guardando tutto questo nasce in noi ancor più forte la speranza che un’infanzia degna possa essere assicurata a tutti i bambini di questo mondo.  Ringraziamo Dio per il grande dono della nostra nipotina, chiediamo a Maria che la protegga. Ma non manchiamo di fare un richiamo anche a noi stessi affinché possiamo essere nonni non solo di nostra nipote, ma, idealmente, di tutti i bambini di questo mondo, perché essere felici da soli è troppo poco per vivere un’esperienza meravigliosa come la nostra.

Tutti i diritti riservati
Quando si è nonni lo si è di tutti i bambini del mondo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.