I nostri amici animali
stampa

Il Pastore della Lessinia entra nel Registro

Il 24 giugno scorso il presidente dell’Enci (Ente nazionale della cinofilia italiana) Dino Muto ha comunicato ai responsabili delle razze italiane Cane delle Alpi Apuane e Pastore della Lessinia, l’attivazione del Registro supplementare aperto (Rsa), una sorta di elenco nel quale far confluire tutti i soggetti appartenenti a una “nuova” o riscoperta razza canina, che presentino caratteristiche morfologiche e caratteriali simili...

Il Pastore della Lessinia entra nel Registro

Il 24 giugno scorso il presidente dell’Enci (Ente nazionale della cinofilia italiana) Dino Muto ha comunicato ai responsabili delle razze italiane Cane delle Alpi Apuane e Pastore della Lessinia, l’attivazione del Registro supplementare aperto (Rsa), una sorta di elenco nel quale far confluire tutti i soggetti appartenenti a una “nuova” o riscoperta razza canina, che presentino caratteristiche morfologiche e caratteriali simili. Un passaggio necessario per poter inserire queste razze nell’elenco di quelle ufficialmente riconosciute a livello italiano e internazionale.
Dopo un lungo periodo di censimenti ufficiosi, frutto di anni di lavoro di volontari e appassionati, è stato finalmente premiato lo sforzo di quanti sentivano l’esigenza di portare al rango di razza riconosciuta questi infaticabili cani da lavoro delle nostre montagne; attualmente la popolazione conta diverse centinaia di esemplari, molto omogenei tra loro, premessa indispensabile per poter richiedere il riconoscimento ufficiale.
Oltre a un certo orgoglio veronese, l’importanza dell’attivazione del registro sta anche nel riconoscimento e nella difesa di un patrimonio zootecnico e culturale che altrimenti si sarebbe perso.
Ma qual è l’origine di questa ancestrale razza? Le radici del Pastore della Lessinia (e del Lagorai), attualmente presente in tutto il comprensorio montuoso del Triveneto e della Lombardia, affondano probabilmente nel Neolitico, quando l’antico popolo veneto si insediò nell’Italia nord-orientale iniziando a lavorare i metalli, allevare cavalli e pecore per produrre e lavorare la lana, avvalendosi di cani lupoidi di origine alpina.
Da allora le zone montane si distinsero per la presenza di allevamento transumante, che nel corso dei secoli si consolidò progressivamente a scapito delle colture agricole, rendendo insostituibile la conduzione tramite cani pastorali, dato che le greggi contavano migliaia di capi.
Nel catino della Pianura Padana a ogni fine estate, verso settembre, si incontravano, sovrapponendosi, diverse correnti di migrazione stagionale che portavano i pastori della Lessinia a scendere in pianura fino al Mantovano, assieme ai pastori trentini, delle valli bresciane e bergamasche, dell’estremo nord della Toscana, come pure dell’Appennino emiliano e dello Spezzino. In questo contesto si crearono anche i primi incroci tra cani da pastore provenienti da tutte queste aree: si può dire perciò che il cane della Lessinia abbia un corredo genetico che porta in sé tratti di molti di questi progenitori da pastore.
Le particolari caratteristiche fisiche del territorio triveneto hanno permesso nel corso dei secoli (esattamente come per la cucina, la lingua e le tradizioni cimbre) il mantenimento di una pressoché quasi totale “non contaminazione” di tale razza; si è successivamente aggiunto l’allentarsi della tradizione della transumanza, con inevitabile ulteriore riduzione di rimescolamento di geni con altri cani, rendendo le caratteristiche morfologiche (colore e lunghezza del mantello, struttura fisica e caratteriale) sempre più stabili.
Il cane della Lessinia è diventato nel corso del tempo fedele compagno dei pastori per le sue innate capacità di conduzione e vigilanza sugli animali domestici, per la sua proverbiale resistenza alla fatica, per le sue doti di agilità. Il suo temperamento vivace e curioso seppur mite ed equilibrato, nonché la sua intelligenza, lo rendono idoneo anche come cane da compagnia.
* medico veterinario

Tutti i diritti riservati
Il Pastore della Lessinia entra nel Registro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento