Provincia
stampa

I robot entrano a scuola per la parità di genere

Partecipazione dell'istituto comprensivo di Monteforte d'Alpone alla settimana del Rosadigitale 

Parole chiave: Robotica (2), Scuola (65), Digitale (4)
I robot entrano a scuola per la parità di genere

L'Istituto comprensivo di Monteforte d'Alpone parteciperà alla quinta edizione de “La settimana del Rosadigitale”. La manifestazione, che si svolgerà nel mese di marzo (principalmente tra il 2 e il 15), è stata ideata e verrà coordinata da Rosadigitale, un movimento nazionale per le parità di genere nel settore tecnologico. Lo scopo del movimento, infatti, è quello di promuovere l'uguaglianza di genere nel campo della tecnologia e dell'informatica, in modo da aumentare la presenza delle donne in questo ambito.
Durante tale “Settimana”, associazioni, enti, organizzazioni, fondazioni, aziende e scuole potranno collaborare con il movimento, organizzando autonomamente degli eventi (chiamati “petali”) che potranno essere rivolti a tutti. E anche l'Istituto comprensivo di Monteforte darà il suo contributo. 
«Quest'anno il nostro istituto parteciperà a questa manifestazione organizzando laboratori di robotica dedicati alla scoperta di figure femminili di spicco nei diversi ambiti lavorativi», spiega Lisa Cavinato, insegnante della scuola primaria “Dino Coltro” di Brognoligo-Costalunga e collaboratrice regionale di Rosadigitale. 
Il primo evento ha avuto luogo il 28 febbraio presso la scuola primaria del capoluogo “Bruno Anzolin”, mentre il secondo si svolgerà il 7 marzo alla scuola primaria delle frazioni: saranno entrambi dei laboratori di robotica. «Gli alunni, che verranno divisi in base alle classi frequentate – spiega Cavinato – sperimenteranno la programmazione giocando con i robot; lo scopo sarà quello di far conoscere ai bambini alcune figure femminili di rilievo: nel capoluogo le attività saranno dedicate ad alcune importanti donne del passato; nelle frazioni, invece, alle donne che stanno emergendo nella nostra provincia».  Ma cos'è esattamente un laboratorio di robotica? «Attraverso l'utilizzo di alcuni robot da pavimento per bambini – spiega l'insegnante – la scuola promuove lo sviluppo del pensiero logico, stimolando curiosità e creatività affinché i ragazzi imparino a risolvere problemi via via più complessi, divertendosi. Praticamente ci saranno dei tappetini a scacchiera trasparenti sotto i quali si troveranno le immagini di donne importanti e qualche informazione su di loro: ogni alunno dovrà programmare il robot affinché raggiunga una determinata immagine; oppure lo programmeranno per fare delle brevi sfide a percorsi». I robot utilizzati, che sono il Blue Bot, il Mind Designer e il Dash, sono stati acquistati tramite dei finanziamenti arrivati dopo che l'istituto ha partecipato ad alcuni bandi del ministero dell'Istruzione.
Infine, per le alunne della scuola secondaria di primo grado, verrà organizzato a fine marzo un evento in collaborazione con l'Istituto comprensivo di Montecchia di Crosara. L'attività si chiamerà CodyMaze: l'obiettivo del gioco sarà quello di uscire da un labirinto virtuale. Ci si muoverà su una scacchiera a cielo aperto che non sarà composta da caselle, ma da 25 codici Qr. Grazie all'utilizzo di un bot Telegram le partecipanti, una volta scansionato il codice, dovranno muoversi seguendo le istruzioni a video: ci saranno regole e simboli da identificare che la scuola metterà a disposizione. Al termine del gioco, il bot rilascerà un attestato di partecipazione nominativo.  «Con quest'ultimo evento legato a Rosadigitale – conclude Cavinato – la scuola vuole rendere consapevoli le donne delle possibilità offerte dalle discipline Steam: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Verrà loro mostrato come ciò che può sembrare difficile, non adatto e senza futuro, in realtà  offra tantissime opportunità al mondo femminile».

Tutti i diritti riservati
I robot entrano a scuola per la parità di genere
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento