Parrocchie
stampa

Up Sant'Ambrogio - Domegliara. Due campiscuola a Campofontana, segnali di ritorno alla normalità

di ANDREA ACCORDINI

Rivivere i campiscuola dopo quasi due anni di stop. Il ritorno ad una normalità che ormai non è più così scontata

Parole chiave: Campiscuola (1), Campofontana (1), Parrocchie (32), Sant'Ambrogio (4), Domegliara (3)
Ragazzi in passeggiata su un sentiero della Lessinia

di ANDREA ACCORDINI

Rivivere i campiscuola dopo quasi due anni di stop. Il ritorno ad una normalità che ormai non è più così scontata. A sperimentarlo è stata l’unità pastorale Sant’Ambrogio-Domegliara, che per due settimane ha usufruito della casa diocesana di Campofontana, a Selva di Progno (quella utilizzata in luglio e agosto dai campi Saf per adolescenti), per vivere un doppio turno di campi con i propri ragazzi: dal 6 al 12 giugno per 60 partecipanti di quarta e quinta elementare, accompagnati da 15 animatori e 10 genitori che aiutavano nelle pulizie e nei servizi, dal 13 al 19 giugno con 60 preadolescenti di prima e seconda media, 10 animatori e 10 genitori. «La ripresa delle attività è importante per le comunità parrocchiali – spiega don Damiano Fiorio, parroco di Ceraino, Domegliara, Ponton e Volargne – perché il cuore del messaggio evangelico passa sempre e soltanto attraverso la relazione. Relazione che nei campiscuola abbiamo coltivato, sostenuto e invogliato». L’attività ha dovuto però fare i conti con le misure anticontagio; nonostante non fosse necessario per la normativa in vigore, prima della partenza a tutti i partecipanti al campo è stata garantita la possibilità di eseguire il tampone, permettendo così di vivere più serenamente l’esperienza. È stata quindi creata una “bolla” nella casa, definendo un luogo sicuro con tutte le persone negative. Inoltre i posti letto, come i posti totali del campo (che gli anni scorsi vedevano un totale di 120/130 persone coinvolte) sono stati ridotti e, ovviamente, lo staff ha provveduto all’igienizzazione costante degli ambienti, a garantire il rispetto del distanziamento e il corretto utilizzo delle mascherine. «Vivere i campiscuola in sicurezza seguendo le regole – osserva don Alessandro Turrina, parroco di Gargagnago, Monte, San Giorgio e Sant’Ambrogio di Valpolicella – non ha precluso ai ragazzi la possibilità di vivere un momento di fede e anche di socialità, imparando a stare con gli altri nonostante i vincoli e riscoprendo la presenza del Signore in mezzo a noi». Ma i campiscuola si sono rivelati un momento di grande rilievo anche per gli animatori: «È stato per noi essenziale poter tornare a vivere queste esperienze a contatto con i nostri ragazzi – conferma Alessandro Vicenzi, responsabile degli animatori –. Sono momenti in cui si può toccare con mano cosa voglia dire essere una grande famiglia accompagnata dal Signore. Da tanto aspettavamo di metterci a servizio e di tornare ad essere i “fratelli maggiori” dei ragazzi delle nostre comunità». Andrea Accordini

Tutti i diritti riservati
Up Sant'Ambrogio - Domegliara. Due campiscuola a Campofontana, segnali di ritorno alla normalità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento