Chiesa
stampa

Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Francesco Lampronti

PARROCCHIA DI SAN FRANCESCO D’ASSISI ALL’ARSENALE

Parole chiave: Chiesa di Verona (9), Ordinazioni presbiterali (14), 4 giugno 2022 (5), Vescovo (378), Preti (22)
Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Francesco Lampronti

Sono don Francesco Lampronti, ho 26 anni e provengo dalla parrocchia cittadina di San Francesco d’Assisi all’Arsenale. Mi presento raccontandovi brevemente qualcosa della mia storia. La prima volta che ho percepito un’intuizione di chiamata al presbiterato avevo circa 13 anni, quando, dopo un incontro di preghiera vissuto in parrocchia, sono tornato a casa con una domanda: “Gesù mi vuole sacerdote?”.

Più per curiosità che per convinzione, senza dire niente a nessuno, ho provato a cercare risposte e consigli su internet. Non trovando però – ovviamente – alcuna risposta esaustiva e, soprattutto, non sentendomi più di tanto attratto dall’idea di diventare prete, di lì a poco ho lasciato la questione alle spalle.  Durante l’adolescenza, nel cercare la mia felicità, più volte mi sono reinterrogato sulla mia vocazione, ritornando però sempre sui miei passi.  Così, arrivato all’ultimo anno di liceo scientifico, ero determinato e convinto nel seguire i miei precisi e importanti progetti di vita: studiare enologia all’università, per poter poi lavorare nel mondo del vino; continuare a fare l’arbitro di calcio, passione che coltivavo già da alcuni anni; intraprendere la “carriera politica”, proseguendo un cammino di formazione e servizio che avevo iniziato già da più di un anno.  

Ciò che dunque mi ha fatto riconsiderare tutta la mia vita e le mie priorità e mi ha fatto capire che sarei stato veramente felice solo fidandomi del progetto di Dio su di me è stato un viaggio: un pellegrinaggio in Terra Santa organizzato dal Centro di pastorale giovanile della nostra diocesi. In quei luoghi, infatti, si è ripresentata in me, ma in modo molto più preciso e potente, quell’intuizione e quella domanda sulla mia vocazione al sacerdozio.

Tornato dal viaggio, dunque, mi sono confidato e confrontato con quello che era diventato il mio padre spirituale, con il mio parroco e con altri sacerdoti e, dopo un periodo di colloqui, d’intensa preghiera e di grandi riflessioni, sono entrato in Casa San Giovanni Battista, la comunità propedeutica per le vocazioni della nostra diocesi, dove ho potuto incamminarmi in un importante percorso di discernimento.

Alla fine di Casa San Giovanni, ho finalmente deciso e sentito di entrare in Seminario. Alla luce del cammino vissuto in questi anni, riconosco che è il Signore che mi ha guidato fin qui e che continua a condurre la mia vita nonostante i miei limiti, le mie opposizioni e le mie povertà. Per questo, in questi giorni di preparazione in vista del grande Dono dell’ordinazione presbiterale, ho nel cuore insieme alla gratitudine, alla gioia e all’emozione, la consapevolezza profonda che ciò che sarò, dove sarò e come sarò potrà essere sempre e comunque nelle sue mani. 

Don Francesco presiederà le sue prime celebrazioni eucaristiche domenica 5 giugno alle 11 nella chiesa di San Francesco d’Assisi all’Arsenale in Verona; domenica 12 giugno alle 11.15 nella chiesa di Santa Maria Maggiore in Bussolengo e domenica 19 giugno alle 10.30 nella chiesa di Cristo Risorto in Bussolengo

Tutti i diritti riservati
Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Francesco Lampronti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento