Spiato in tv
stampa

Nulla di nuovo nel teatrino della politica

Stasera Italia, in onda su Rete 4 nell’orario di punta del palinsesto, si aggiunge ai tanti contenitori d’attualità o talk show che hanno trovato nell’attività politica degli ultimi mesi, con le vicende legate alla formazione del nuovo governo, continui temi d’interesse.

Parole chiave: Stasera Italia (2), Rete $ (1), Spiato in Tv (159), Giuseppe Begnigni (48)
Nulla di nuovo nel teatrino della politica

Stasera Italia, in onda su Rete 4 nell’orario di punta del palinsesto, si aggiunge ai tanti contenitori d’attualità o talk show che hanno trovato nell’attività politica degli ultimi mesi, con le vicende legate alla formazione del nuovo governo, continui temi d’interesse. Quest’appuntamento, tuttavia, non contribuisce a far crescere la proposta televisiva in termini di qualità, ma solamente in ordine alla quantità di contenitori pressappoco tutti simili attualmente presenti sul piccolo schermo. Dopo la chiusura in modo repentino del programma Dalla vostra parte condotto da Mario Giordano, Giuseppe Brindisi con questo nuovo talk show ha riempito lo spazio lasciato vuoto, senza peraltro proporre alcun elemento specifico di novità. Scorrono in video i soliti commenti di politici dei diversi schieramenti frammisti alle riflessioni degli editorialisti delle più importanti testate giornalistiche. Il compito assegnato al conduttore è quello di “stimolare” nella giusta maniera i suoi ospiti in modo da poter attirare l’attenzione del pubblico e dare un minimo di brio a una conversazione altrimenti del tutto scontata. Lo affianca una pressoché muta Veronica Gentili. I grandi big della politica tuttavia preferiscono trasmissioni dal seguito ben maggiore rispetto al 4% medio di share finora raccolto dal programma. Perfino Barbara D’Urso nei suoi interminabili e superficiali pomeriggi di Canale 5 ogni tanto intervista gli esponenti di primo livello dei partiti politici, che, invece, si tengono alla larga da questo salotto televisivo. Il programma assomiglia a un cortile di campagna o a un giardino pubblico di città dove, terminato lo svolgimento dei compiti per casa, i bambini si ritrovano a commentare quanto accade nel loro piccolo mondo, in modo del tutto autoreferenziale. Il cicaleccio di Rete 4 è puro intrattenimento senza che si arrivi mai a portare un contributo per quanto modesto al dibattito politico. Lo stile di conduzione è piuttosto scialbo, puramente didascalico, per nulla incisivo. Più che per telespettatori desiderosi di farsi un’idea, il programma pare pensato per essere seguito dai militanti di una determinata parte politica rispetto a un’altra. Pressappoco un milione di italiani si accontentano di quanto propone Rete 4, guardando divertiti un’altra stagione della politica intrepretata abitualmente in forma di commedia, se non di farsa, dai talk show televisivi.

Tutti i diritti riservati
Nulla di nuovo nel teatrino della politica
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento