Spiato in tv
stampa

Con Gigi Proietti la Rai va sul sicuro

È tornata sui teleschermi, dopo due anni, una tra le storie più amate dal pubblico: Una pallottola nel cuore, fiction giunta alla terza serie.

Parole chiave: Gigi Proietti (1), Spiato in tv (172), Una pallottola nel cuore 3 (1)
Con Gigi Proietti la Rai va sul sicuro

È tornata sui teleschermi, dopo due anni, una tra le storie più amate dal pubblico: Una pallottola nel cuore, fiction giunta alla terza serie. Gigi Proietti è quanto mai convincente nel calarsi di volta in volta in ruoli sempre accolti dal grande favore dei telespettatori, come l’indimenticabile Maresciallo Rocca. Anche in questo nuovo sceneggiato, dando il volto al giornalista Bruno Palmieri, interpreta un bravo padre che con assoluta dedizione e onestà compie il suo dovere professionale mettendo in esso un’umanità e delicatezza davvero straordinarie. Questi ruoli sono diventati, ormai, un classico per l’attore romano perché ne esaltano al meglio le qualità artistiche.
La trama di questo nuovo appuntamento di prima serata inizia con l’assassinio, in circostanze misteriose, dell’ex compagno della figlia del protagonista. Spetterà a Palmieri con il profondo intuito del giornalista d’inchiesta e con affetto fraterno scoprire la verità di quanto accaduto impiegando tutta l’energia possibile per aiutare ad assicurare alla giustizia l’autore di questo efferato delitto. La fiction ha già raggiunto alla prima puntata il 20% di share, un indice di ascolto più che lusinghiero, segno che prodotti del genere riescono sempre a esser vincenti. L’impostazione data dagli autori è molto classica, quasi scontata, mescolando insieme affetti familiari in cui cercare sempre una nuova armonia, e doveri professionali impegnativi che tolgono tempo ai propri cari. Ogni difficoltà, perciò, non può che essere risolta con un immancabile lieto fine che mette d’accordo tutti. I telespettatori, desiderando che la storia finisca bene, si affezionano così ancora di più al programma. Da una parte si rispecchiano nelle fatiche dei protagonisti nel conciliare insieme famiglia e lavoro, dall’altra parte il finale ottimistico mette di buon umore. Il titolo della fiction si rifà a una pallottola che colpì il protagonista vicino al cuore e che solo al termine della seconda serie rocambolescamente è stata tolta.
I dirigenti di Rai 1 avrebbero potuto osare di più, scegliendo nuovi percorsi narrativi, magari più dinamici, rispetto al rimettere in gioco quanto era già conosciuto, ma ricominciare dopo la paura estiva con una proposta del genere, significa partire con il piede giusto ottenendo il successo a buon mercato. Sebbene Gigi Proietti riscuota da sempre l’apprezzamento unanime di critica e di pubblico, non si può dormire sugli allori.

Tutti i diritti riservati
Con Gigi Proietti la Rai va sul sicuro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento