Chiesa
stampa

Il vescovo Dal Corso diventa cardinale

Originario della contrada Corso nella parrocchia di Lugo, mons. Eugenio Dal Corso, vescovo emerito di Benguela (Angola), della Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza (Opera don Calabria), verrà creato cardinale da papa Francesco nel corso del Concistoro che si terrà il prossimo 5 ottobre. Lo ha annunciato il Pontefice stamani al termine dell'Angelus.

Parole chiave: Dal Corso Cardinale (1)
Immagine di mons. Dal Corso

Hanno suonato a festa le campane di Lugo, nel comune di Grezzana, all'annuncio dato da papa Francesco al termine dell'Angelus domenicale che un vescovo originario della parrocchia dell'alta Valpantena, mons. Eugenio Dal Corso, 80 anni, vescovo emerito di Benguela, in Angola, verrà creato cardinale il prossimo sabato 5 ottobre. Sarà uno dei tredici nuovi porporati, dieci dei quali elettori, che verranno creati dal Papa nel prossimo Concistoro. Tra loro, oltre a Dal Corso, un solo altro italiano, mons. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna. Il Papa nell'annunciare la nomina di due arcivescovi e un vescovo (mons. Dal Corso, appunto) non elettori, quindi destinati a non entrare in un eventuale conclave per l'elezione del Papa, avendo superato gli 80 anni di età, ha motivato la loro scelta in quanto «si sono distinti per il loro servizio alla Chiesa».

Il vescovo originario della contrada Corso, nella frazione di Lugo di Grezzana, è nato il 16 maggio 1939. I suoi genitori, terminata la scuola dell'obbligo, lo inviarono all'Istituto don Calabria per completare gli studi. E fu proprio in quegli anni che decise di diventare missionario. Dopo la professione religiosa nella Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, venne ordinato sacerdote il 17 luglio 1963. Quindi a Roma effettuò gli studi in Teologia dogmatica. Impegnato nell'attività pastorale nella parrocchia veronese di Santa Maria della Pace (Madonna di Campagna), a quel tempo affidata alla cura pastorale dell'Opera don Calabria, e poi a Napoli, nel 1975 iniziò il suo ministero missionario, che non è ancora terminato. Dapprima a Laferrere, nella Gran Buenos Aires, in Argentina. Nel 1986 il cambio di continente: venne infatti mandato in Africa, più precisamente a Luanda, in Angola, dove si impegnò per le persone più deboli e fragili e ancora oggi si trova ad operare nel Paese sudafricano. Nominato vescovo coadiutore di Saurino (15 dicembre 1995), ricevette l'ordinazione episcopale il 3 marzo 1996 (e uno dei due vescovi conconsacranti fu mons. Andrea Veggio) e il 15 gennaio 1997 divenne vescovo titolare della medesima diocesi. Il 18 febbraio 2008 venne trasferito a Benguela, Chiesa che ha condotto fino al 26 marzo 2018 quando, quasi 79enne, fu accolta la sua rinuncia per raggiunti limiti di età. Tuttavia è rimasto a svolgere il proprio servizio missionario in quella terra africana.

Con la nomina cardinalizia di mons. Dal Corso, diventano due i cardinali veronesi. Oltre al futuro porporato c'è infatti il card. Mario Zenari, Nunzio apostolico in Siria, creato cardinale da papa Francesco nel Concistoro del 19 novembre 2016.

(nella foto mons. Eugenio Dal Corso)

Il vescovo Dal Corso diventa cardinale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento