Chiesa
stampa

Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Claudio Tumolo

PARROCCHIA DI VALEGGIO SUL MINCIO

Parole chiave: Vita Chiesa (10), Ordinazioni presbiterali (14), 4 giugno 2022 (5), Diocesi di Verona (73), Vescovo (378), Preti (22)
Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Claudio Tumolo

Sono Claudio Tumolo, ho 30 anni e sono originario di Valeggio sul Mincio. In questi giorni, se ripenso a tutto il cammino compiuto finora, c’è un pensiero che continua a venirmi in mente: “e chi l’avrebbe mai detto che saremmo giunti fin qui?”. A pochi giorni dall’ordinazione rileggo con gratitudine la mia storia, vedendo quanto in ogni passo compiuto la fedeltà e la promessa del Signore non siano mai venute meno.

La domanda che spesso mi è stata fatta in questi anni è: «Quanti anni hai fatto in Seminario?». Non è facile rispondere, perché in totale, da quando ho bussato alla porta del Seminario ad oggi, sono passati circa dieci anni. Dopo alcuni anni in teologia, avevo chiesto di uscire dal percorso per poter fare verità in me di quella chiamata che il Signore stava mettendo nel cuore.

Ho lavorato per quattro anni come tecnico del suono nel settore dello spettacolo: sono stati anni preziosi, che mi hanno permesso di crescere professionalmente, sviluppando abilità che non avrei potuto acquisire in altro modo. In ogni città in cui andavo, percepivo che c’era qualcosa che mi mancava, non mi bastava creare ogni giorno uno spettacolo sempre più emozionante, o lavorare per un evento o artista più importante, nel cuore stava iniziando a sorgere un desiderio: essere padre. Percepivo che tutte quelle corse in giro per l’Italia non bastavano a soddisfare quel desiderio di vita, pienezza e dono che portavo nel cuore.

Ed è stato proprio in quel desiderio che il Signore mi ha raccolto ancora una volta, mostrando con misericordia che la sua promessa da me non era mai venuta meno. È cominciato così un cammino splendido di purificazione e di verità, che mi ha portato a prendere la scelta definitiva di rientrare in Seminario dopo il primo lockdown del 2020. Quei mesi in cui tutti siamo stati forzati a rimanere in casa, per me sono stati una benedizione: come Gesù che viene spinto nel deserto, ho vissuto quei mesi di fermo dal lavoro come l’occasione per togliere ogni cosa che cercava di dominare il cuore per rimettere al centro Lui, e così in Lui trovare ancora una volta la vita, che permette di dire un sì per sempre.

A un passo dall’ordinazione penso che essere prete sia la strada più bella a cui il Signore mi stia chiamando, per annunciare ad ogni persona che Lui mi darà l’occasione di incontrare che Dio è la vita, e che il suo amore è per ognuno di noi, e sta cercando proprio te. Perché non so Dio quali strade stia pensando per ognuno di noi, so solo che in Lui ogni cosa di noi porta frutto. Per sempre.

Don Claudio presiederà le prime Messe solenni domenica 5 giugno alle 11 a Valeggio sul Mincio e domenica 12 giugno alle 10.30 a Negrar

Tutti i diritti riservati
Conosciamo i cinque nuovi pastori della Chiesa veronese: don Claudio Tumolo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento