Attualità
stampa

Quel carro che grida alla memoria

In piazza Bra un invito a riflettere sul dramma dell'Olocausto, in vista del 27 gennaio

Parole chiave: Giornata della memoria (2), Shoah (1), Olocausto (1), Memoria (3), Storia (6), Attualità (6)
Quel carro che grida alla memoria

Il 27 gennaio si celebra la Giornata della memoria, a ricordo di tutte le vittime dell'Olocausto.

Un dramma su cui meditare, rappresentato a Verona da un carro collocato in questi giorni in piazza Bra. È uno dei vagoni utilizzati tra il 1943 e il 1945 per le deportazioni; sarà visitabile ogni giorno dalle 9 alle 17, fino al 30 gennaio. È posto sul liston, in bella vista, proprio per "toccare" tutti coloro che transitano dalla piazza.

Entrando nel vagone si potranno approfondire la storia dei veronesi morti nei campi di concentramento e sterminio, i simboli utilizzati per contraddistinguere i deportati e una raffigurazione di che cosa sarebbe l’Europa se Hitler avesse vinto la guerra.
Davanti al monumento di Vittorio Emanuele, invece, è stata allestita la mostra “Infanzia rubata”, promossa dall’associazione Figli della Shoah.

«L'indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l'apatia morale di chi si volta dall'altra parte: succede anche oggi verso il razzismo e altri orrori del mondo. La memoria vale proprio come vaccino contro l'indifferenza».A pronunciare queste parole è stata la senatrice Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz.
Un promemoria per il tempo presente, denso di intolleranza?

Tutti i diritti riservati
Quel carro che grida alla memoria
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento