Spiato in tv
stampa

Quell’Italia che di notte non va a dormire

C’è una vita sconosciuta a tanti nelle notti delle nostre città. Salvo Sottile con Prima dell’alba la racconta ai telespettatori di Rai 3 che in seconda serata possono accompagnarlo per cercare di capire ciò che avviene sulle strade e nelle case dopo che il sole è già tramontato da un bel po’...

Parole chiave: Prima dell'alba (1), Salvo Sottile (1), Spiato in tv (167)

©Quando la maggior parte della gente va a dormire, alcune persone restano sveglie nella notte per i più svariati motivi. Da chi lavora al buio per necessità, come i pescatori o i fornai; a chi è a servizio per il bene della comunità, come per la manutenzione delle strade, negli ospedali o in un distretto di polizia; fino a chi si muove con il favore delle tenebre lungo i mille sentieri dell’illegalità. Non manca poi chi la notte se la gode all’insegna della trasgressione e del divertimento. Il giornalista siciliano illustra così uno spaccato di mondo di sicuro inedito e poco visto sul piccolo schermo. Munito di telecamera al seguito, ha girato per 31 località del nostro Paese alla ricerca delle situazioni più originali che si svolgono prima che sorga il sole.
Tutti i brevi reportage presentano volti più o meno visibili per questioni di riservatezza o di vergogna, suscitando ammirazione o perplessità, e qualche volta anche sentimenti di condanna. Il conduttore, abbandonati i salotti dove si parla soltanto di politica, si dà all’informazione in presa diretta a contatto senza filtri con la gente comune. Si mette in ascolto dei suoi problemi e delle sue soddisfazioni con uno sguardo che non è solo mosso dalla curiosità, ma anche dalla partecipazione e dal desiderio di immedesimarsi nei panni dell’intervistato. Non sempre questo si realizza nel migliore dei modi, ma certamente l’impegno è notevole. Per qualche situazione varrebbe la pena avere un tempo più prolungato per cogliere appieno il contorno e i possibili sviluppi di ciò che è presentato.
Qualche anno fa Lucignolo su Italia 1 raccontava il mondo della notte mettendo al centro la sola popolazione giovane, mentre qui, lontano da ogni possibile sensazionalismo, si allarga l’orizzonte a tutto quanto succede nell’oscurità della notte. In ogni puntata un timer scandisce progressivamente tante storie e si ferma quando inesorabilmente compaiono i primi raggi di sole. Sottile con questo programma sceglie di dare voce a uno spaccato della nazione altrimenti silente. Lo share che si attesta a poco più del 5% ne fa un programma di nicchia, ma prima che terminino le puntate potrebbe sempre sorgere il sole di un più ampio gradimento del pubblico.

Tutti i diritti riservati
Quell’Italia che di notte non va a dormire
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento