L'opinione
stampa

I coniugi Martin santi: esempio di amore autentico

I genitori di Santa Teresa di Gesù Bambino saranno canonizzati durante il Sinodo sulla famiglia

Parole chiave: Pilloni (1), Martin (1), Teresa di Gesù Bambino (1), Genitori (6), Famiglia (27)
Pilloni don Francesco5

Due sposi saranno canonizzati insieme come coppia nel corso della prossima XIV Assemblea ordinaria del Sinodo dei Vescovi: Luigi e Zélie Martin, i genitori di Santa Teresa di Gesù Bambino. Il fatto che saranno canonizzati in quanto sposi, come una unica persona coniugale, esprime una nuova sensibilità ecclesiale, che è andata maturando dal Concilio in poi: il legame di amore tra un uomo e una donna è nel sacramento del matrimonio consacrato (GS 48), per essere nella Chiesa e nel mondo una viva partecipazione dell’amore di Cristo e della Chiesa, un tempio umano vivente che esprime l’amore del Padre celeste per l’umanità. L’amore umano rende esplicita la chiamata dell’uomo e della donna a vivere il respiro di Dio nell’interezza dell’affettività umana. E così si pone come segno per il mondo che culturalmente sembra allontanare sempre più l’amore umano da Dio. Vissero facendo del loro amore un luogo di accoglienza e di manifestazione di un progetto divino. In essi la presenza di Dio era come la luce che si diffondeva attraverso la finestra della loro vita, in semplicità quotidiana e in intensità di esperienza di fede. Le dimensioni della loro vita lo dicono in modo esemplare. La prima fu la preghiera. Vivevano direi in una dimensione contemplativa, da intendere come un’attenzione interiore ad avere sempre lo sguardo aperto a Dio, così che anche lo sguardo su ogni cosa umana manifestasse il suo carattere divino. È questa la linea verticale, che segna l’essenziale caratteristica di questo sacramento della nuova alleanza. Ed è proprio questa che ne fa un sacramento: un luogo dove si manifesta nell’amore personale dell’uomo, l’amore più grande di Dio. Per questo il sacramento del matrimonio è nella Chiesa e nel mondo, un luogo che rivela il volto umano vivente della Trinità. E per questo la coppia e la famiglia sono autentico Tempio di Dio, Chiesa domestica. In essa l’uomo vede nascere e svilupparsi la capacità di amare, che è il luogo originario dell’incontro personale con Dio e con gli altri, e quindi luogo vocazionale per eccellenza, realizzato da Dio stesso nella sua Sapienza. E la famiglia Martin si manifestò così come luogo vocazionale e luogo di santità. Le figlie appresero questa presenza di Dio, vissero e interiorizzarono lo sguardo che i genitori volgevano a Dio, compiendo tutte un cammino di intensa donazione. Teresa di Gesù Bambino stessa manifesta di aver appreso nella famiglia nelle due direzioni della bellezza della vita spirituale e della semplicità della piccola via. Si manifesta così una seconda componente di questi sposi santi: la capacità di educare i figli orientandoli a Dio. Come l’amore è da Dio, così è fecondo in quanto si manifesta come sacramento della paternità e maternità di Dio. E sappiamo bene che fallire quest’aspetto nella propria umanità produce non solo intoppi seri alla piena fruizione dell’umanità nei figli, ma anche un impoverimento alla radice di una civiltà dell’amore. Nessuna meraviglia che una autentica carità completasse il quadro di queste dimensioni negli sposi Martin. In un tempo in cui la borghesia opulenta irrideva i poveri, la loro casa si fece vicina alle persone, non con il solo aiuto materiale, ma come luogo in cui molti deponevano le loro istanze e la loro domanda per essere aiutati in ciò che da soli non riuscivano a fare, come il lavoro da trovare o la consolazione nelle sofferenze della vita. Così questa glorificazione dei coniugi Luigi e Zelia Martin appare come una glorificazione di ciò che è autenticamente umano, perché vissuto nella semplicità in Dio e la loro vita si pone come esempio di un amore che sa compiere autenticamente se stesso, realizzando quel nuovo umanesimo di cui abbiamo bisogno e che costituisce realmente una rinnovata evangelizzazione. 

Tutti i diritti riservati
I coniugi Martin santi: esempio di amore autentico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.