Il Calciastorie

stampa

di Lorenzo Galliani

Lorenzo Galliani 1

Storie legate al mondo del calcio che non trovano spazio sui quotidiani sportivi. Con uno sguardo un po' ironico e divertito Lorenzo Galliani rende giustizia ad un mondo vastissimo che sul palcoscenico dei campi senza manto erboso e senza tribune, spesso batte ai punti i "templi" dello sport dove si esibiscono le "primedonne" del pallone miliardario.

La vita a volte è complicata come una lunga corsa a ostacoli, cantava Max Pezzali (Io ci sarò, 1998) aggiungendo però che, al nostro fianco, corrono le persone che ci sono care...

Puoi vincere due mondiali di calcio. Uno come più giovane tra i campioni, ancora minorenne, e l’altro da assoluto protagonista, con tanto di doppietta in finale...

Se ti chiamano “El Tractor” forse non hai i piedi di Pelé o Maradona. Ma è lo stesso un complimento: vuol dire che sai andare per la tua strada, che non ti ferma nessuno, perché nessuno – o quasi – può fermare un trattore.

Avversari quando si gioca Juventus-Palermo. Ma, adesso, compagni di Nazionale, e i mondiali sono quelli del 2006. Poi di nuovo uno contro l’altro, nei momenti di tempo libero, dopo un allenamento...

I veri amici si vedono nel momento del bisogno. Deve averlo detto per la prima volta qualcuno che, nel momento del bisogno, si è scoperto solo. Me lo immagino, davanti a un campo di battaglia o – peggio – prima della cena coi suoceri, urlare ai suoi vecchi compagni di banco: «Dove siete? Venite qui! I veri amici si vedono nel momento del bisogno». Lo rassicuriamo: non è vero.

Giovanni è un uomo semplice. Quando guarda una partita di calcio alla tv, pensa che se una squadra vince è perché è più forte o perché ha avuto più fortuna. O, magari, entrambe le cose. L’eccezione che conferma la regola la conserva per la sua squadra del cuore, o per la Nazionale (sigh!), perché non gli si può chiedere di mantenere la lucidità per tutti i novanta minuti...

È il 19 luglio 2009 e Mauricio Baldivieso è poco più che un bambino: mancano tre giorni al suo tredicesimo compleanno. Come regalo, il mister lo fa esordire nella massima serie...