Esortazione Christus vivit
stampa

Gesù Cristo al centro della vita

Senza fare sconti sulla serietà e importanza della stagione di vita che interessa il mondo dei giovani, papa Francesco segnala la strada della vera riuscita proprio nella stagione della loro crescita e della loro maturazione...

Parole chiave: Esortazione Christus Vivit (11), Papa Francesco (44)

Senza fare sconti sulla serietà e importanza della stagione di vita che interessa il mondo dei giovani, papa Francesco segnala la strada della vera riuscita proprio nella stagione della loro crescita e della loro maturazione. Di fronte alle tendenze di maggior fascino, come la cura del proprio corpo in vista di sviluppare forza fisica e l’acquisizione di conoscenze per sentirsi più sicuri, il Papa così si esprime, interloquendo con i giovani: “Cercare il Signore, custodire la sua Parola, cercare di rispondere ad essa con la propria vita, crescere nelle virtù, questo rende forti i cuori dei giovani” (CV 158). E ricorrendo all’immagine della connessione tipica dei social prosegue: “Per questo occorre mantenere la ‘connessione’ con Gesù, essere ‘in linea’ con Lui (mantenendo attivato il campo spirituale magnetico), perché non crescerai nella felicità e nella santità solo con le tue forze e la tua mente” (Ivi). A questo punto dà un preciso e amichevole suggerimento: “Come ti preoccupi di non perdere la connessione a Internet, assicurati che sia attiva la tua connessione con il Signore, e questo significa non interrompere il dialogo, ascoltarlo, raccontargli le tue cose, e quando non hai le idee chiare su che cosa dovresti fare, domandargli: ‘Gesù, cosa faresti Tu al mio posto?” (Ivi).
Del resto, precisa papa Francesco, prendersi cura della propria crescita spirituale ed essere cercatori di bellezza, è segno di responsabilità e di stima nei propri confronti (cfr CV 159). La gioventù può essere considerata anche un parametro per gli adulti che mai dovrebbero perdere di vista i valori tipici della stagione giovanile: “Una giovinezza vissuta bene rimane come esperienza interiore e nella vita adulta viene assimilata, viene approfondita e continua a dare i suoi frutti” (CV 160). Ed ecco invece una età adulta che contraddice la crescita dei valori della giovinezza: “Se è tipico del giovane sentirsi attratto dall’infinito che si apre e che comincia, un rischio della vita adulta, con le sue sicurezze e comodità, consiste nel trascurare sempre più questo orizzonte” (Ivi). A questo punto il Papa confida la sua stessa esperienza: “Quando ho iniziato il mio ministero come Papa, il Signore ha allargato i miei orizzonti e mi ha dato una rinnovata giovinezza. La stessa cosa può accadere a una coppia sposata da molti anni o a un monaco nel suo monastero” (Ivi).
Quanti doni regala la giovinezza! Occorre però avere il coraggio di tenerla purificata da ciò che non è buono e liberarsi dai complessi di inferiorità che impediscono di guardare in faccia i limiti e i difetti (cfr CV 161). Di conseguenza, “Lasciati piuttosto amare da Dio, che ti ama così come sei, ti apprezza e ti rispetta, ma ti offre anche sempre di più: più amicizia con Lui, più fervore nella preghiera, più sete della sua Parola, più desiderio di ricevere Cristo nell’Eucaristia, più voglia di vivere il suo Vangelo, più forza interiore, più pace e gioia spirituale” (Ivi).
Il Papa poi, per il bene che vuole ai giovani cerca di disincantarli dalla bramosia di copiare gli altri, specialmente se sono famosi. Anzi invita a non copiare nessuno, per non diventare la copia di nessuno. Invece “devi scoprire chi sei e sviluppare il tuo modo personale di essere santo. Diventare santo vuol dire diventare più pienamente te stesso, quello che Dio ha voluto sognare e creare, non una fotocopia” (CV 162).
E proprio sulla linea di una formazione a essere autentici e fotocopia di nessuno, papa Francesco esorta i giovani a essere una forza profetica capace di lasciare una impronta significativa: “La tua vita dev’essere uno stimolo profetico, che sia di ispirazione ad altri, che lasci un’impronta in questo mondo, quell’impronta unica che solo tu e nessun altro potrà offrire al tuo posto” (Ivi).

Tutti i diritti riservati
Gesù Cristo al centro della vita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento