Esortazione Christus vivit
stampa

Cristo, il Vivente ti salva

Dopo aver annunciato ai giovani il Vangelo dell’amore di Dio in Cristo “Dio ti ama!”, papa Francesco aggiunge: “Cristo ti salva!”. E ne conferma il senso con due citazioni bibliche riportate al paragrafo 118: “Avendo amato i suoi che erano nel mondo, Gesù li amò fino alla fine” (Gv 13,1); “Questa vita io la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha consegnato se stesso per me” (Gal 2,20). Mediante il suo mistero pasquale Cristo ci ha salvati dai nostri peccati e continua a salvarci nell’oggi...

Dopo aver annunciato ai giovani il Vangelo dell’amore di Dio in Cristo “Dio ti ama!”, papa Francesco aggiunge: “Cristo ti salva!”. E ne conferma il senso con due citazioni bibliche riportate al paragrafo 118: “Avendo amato i suoi che erano nel mondo, Gesù li amò fino alla fine” (Gv 13,1); “Questa vita io la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha consegnato se stesso per me” (Gal 2,20). Mediante il suo mistero pasquale Cristo ci ha salvati dai nostri peccati e continua a salvarci nell’oggi. Per questo, rivolgendosi ad ogni giovane, papa Francesco, così li esorta: “Guarda la sua Croce, aggrappati a Lui, lasciati salvare... E se pecchi e ti allontani, Egli di nuovo ti rialza con il potere della sua Croce. Non dimenticare mai che Egli ‘perdona settanta volte sette’” (CV 119).
Dio non si stanca di perdonarci, cioè di restaurare la nostra interiorità ridotta a pezzi. Ci ama divinamente, fino alla follia, proprio “perché ci ama e non può farne a meno. Possiamo fargli qualunque cosa, ma Lui ci ama, e ci salva” (CV 120). E aggiunge: “L’amore del Signore è più grande di tutte le nostre contraddizioni, di tutte le nostre fragilità e di tutte le nostre meschinità” (Ivi). Anzi, è proprio dentro la trama delle nostre meschinità che Dio costruisce una storia di amore vero, perché misericordioso. Questo amore invita sempre a rialzarci: “La vera caduta, quella che può rovinarci la vita, è rimanere a terra e non lasciarsi aiutare” (Ivi). Papa Francesco precisa ulteriormente il fatto che il perdono di Dio non è frutto delle nostre penitenze, ma esclusivamente del suo amore gratuito, che va accolto con immensa gratitudine (Cfr CV 121).
A questo punto, il Papa lancia ai giovani una domanda fondamentale, perché si rendano conto di quanto valgono agli occhi di Dio, se valgono il sangue di Cristo: “Cari giovani, voi non avete prezzo! Non siete pezzi da vendere all’asta! Per favore, non lasciatevi comprare, non lasciatevi sedurre, non lasciatevi schiavizzare dalle colonizzazioni ideologiche che ci mettono strane idee in testa e alla fine diventiamo schiavi, dipendenti, falliti nella vita” (CV 122).
Aggrapparci al Crocifisso è l’unica salvezza dalla Caporetto della vita. Gesù non è soltanto un buon esempio. È il Risorto. È il Vivente: “Colui che ci colma della sua grazia, Colui che ci libera, Colui che ci trasforma... Colui che ci conforta... È Cristo Risorto” (CV 124).
Proprio perché Cristo è il Risorto e il Vivente “non ci saranno mai più solitudine e abbandono. Anche se tutti se ne andassero, Egli sarà lì, come ha promesso: «Io sono con voi tutti i giorni»” (CV 125). E ancora una volta, con afflato paterno: “Contempla Gesù felice... Gioisci con il tuo Amico che ha trionfato... Il tuo Salvatore vive” (CV 126). Ed ecco una delle conseguenze più determinanti della risurrezione di Cristo: “Se egli vive, questo è una garanzia che il bene può farsi strada nella nostra vita e che le nostre fatiche serviranno a qualcosa... Gesù è l’eterno Vivente. Aggrappàti a Lui, vivremo e attraverseremo indenni tutte le forme di morte e di violenza che si nascondono lungo il cammino” (CV 127). Papa Francesco vuole disincantare i giovani dalle lusinghe: non ci sono alternative a Cristo (Cfr CV 128).
Si comprende la conclusione: “Se ti lasci amare e salvare da Lui... sarà l’esperienza fondamentale che sosterrà la tua vita cristiana. Questa è anche l’esperienza che potrai comunicare ad altri giovani. Perché ‘all’inizio dell’essere cristiano non c’è una decisione etica o una grande idea, bensì l’incontro con un avvenimento, con una Persona, [quella di Gesù], che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva’” (CV 129).

Tutti i diritti riservati
Cristo, il Vivente ti salva
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento