Editoriale

stampa

Un po’ ovunque, durante la notte di Capodanno c’è stata una profusione di botti e fuochi come non si ricordava da molto tempo...

Nel presepe è spesso presentato come un uomo anziano, con la barba, appoggiato ad un bastone. I quattro vangeli non ne riportano neppure una parola, ma ne descrivono l’agire pronto, risoluto, disponibile a compiere la volontà divina. Insomma, un uomo giusto...

Oltre 2mila giovani under 35, collegati da 120 Paesi di tutti i 5 continenti; più di 23mila gli utenti; 45mila le visualizzazioni. Sono i numeri dell’evento che ha visto giovani studenti, economisti, imprenditori, manager convocati virtualmente ad Assisi da Papa Francesco per l’evento “Economy di Francesco”, svoltosi dal 19 al 21 novembre scorsi

La storia la scrivono i vincitori, si sa; ne abbiamo la conferma anche dalla retorica che in questi giorni esalta il 50º anniversario della legge che sancisce il divorzio

Provo a cercare in internet digitando la parola “avvento”: il motore di ricerca restituisce anche un lungo elenco di calendari. Ce ne sono di diverse tipologie, ma tutti hanno il medesimo scopo: scandire il tempo, ricordarci gli eventi più importanti e aiutarci a non dimenticare le scadenze...

Con una lettera del Vescovo inviata a tutti i sacerdoti, si dà notizia che a causa dell’emergenza sanitaria fattasi più acuta nelle ultime settimane e in risposta alla preoccupazione manifestata dagli amministratori locali, non tanto sulla sicurezza dei luoghi di culto e sulle celebrazioni liturgiche, ma sui momenti di festa che seguono, si chiede ai parroci di sospendere la celebrazione di prime Confessioni, prime Comunioni e Cresime fino a Natale...

La vittoria di Joe Biden alle presidenziali statunitensi avrebbe dovuto porre fine ad una campagna elettorale massacrante (in senso letterale)...

La successione dei recenti attentati terroristici di Parigi, Nizza e Vienna ha lo stesso filo conduttore di una lunga serie di attacchi sferrati da singole persone radicalizzate senza appartenere ad alcuna organizzazione, oppure da individui o gruppi addestrati alla guerriglia che, come nel caso ultimo di Vienna, si impadroniscono di un intero quartiere e lo tengono sotto sequestro per ore.

L’immagine dei camion militari con le bare dei morti per il Covid, che la sera del 18 marzo scorso lasciavano Bergamo, è come l’icona di questo 2 novembre 2020. Nel vortice della bufera quando gli ospedali non avevano più spazio per raccogliere i defunti: donne e uomini morti in solitudine, lontani dai loro cari, assistiti da medici e infermieri, spesso stremati, che in tanti casi si sono fatti anche tramite per un’ultima preziosa e desiderata benedizione, le autorità ci hanno interpellato...

Da alcuni mesi le bombe non cadono più sui cieli della Siria, devastata negli ultimi dieci anni da una guerra per procura che ha visto e vede tuttora coinvolti a vario titolo cinque Stati, con le relative forze armate, in lotta tra loro...