Editoriale di Mons. Zenti
stampa

Scuola GianMatteo Giberti per studenti che amano la Verità

Nel quadro delle nostre numerose scuole cattoliche, che da sempre sostengo e benedico, mi permetto di ripresentare la scuola cattolica diocesana GianMatteo Giberti, per la sua singolarità. In che cosa consiste la sua singolarità? Nel suo progetto globale che la caratterizza. Eccolo. In quanto scuola fa affidamento sulla competenza dei docenti che presentano con professionalità e passione le singole discipline del curriculum stabilito dallo Stato...

Parole chiave: Istituto Giberti (2), Scuola (84), Mons. Giuseppe Zenti (281)

Nel quadro delle nostre numerose scuole cattoliche, che da sempre sostengo e benedico, mi permetto di ripresentare la scuola cattolica diocesana GianMatteo Giberti, per la sua singolarità. In che cosa consiste la sua singolarità? Nel suo progetto globale che la caratterizza. Eccolo. In quanto scuola fa affidamento sulla competenza dei docenti che presentano con professionalità e passione le singole discipline del curriculum stabilito dallo Stato. Ma, in quanto cattolica e diocesana è caratterizzata dal suo focus. Qual è questo focus? Gesù Cristo, verità di ciò che il corpo docenti insegna, affidandolo agli alunni da studiare, e verità di se stessi. Di conseguenza, l’intero corpo docenti, sotto la presidenza di don Domenico Consolini, è impegnato a immedesimarsi nell’artefice e autore di ciò che spiegano: Gesù Cristo, Verbo mediante il quale il Padre ha posto tutto in esistenza, grazie al quale ogni cosa è ciò che è. Di fatto, qual è l’oggetto delle discipline scolastiche se non la creazione, dall’atomo all’uomo? Chi ne è l’autore che ha fatto l’atomo e l’uomo così come è? Il docente fa scoprire esattamente ciò che il Padre attraverso il suo Figlio ha creato. Al docente della singola disciplina compete portare gli alunni fin sulla soglia del mistero della creazione. A questo punto l’insegnante di religione, un prete del Seminario, fa entrare gli alunni nel Mistero della verità della creazione, come atto dell’amore di Dio e fa rilevare la strettissima relazione che esiste tra scienza e fede. In tal modo, la scuola non viene considerata al di fuori del vivere Cristo, in quanto lo si incontra e lo si vive nelle opere da lui create. Nella scuola si fa esperienza di Cristo, superando così il dramma della separazione tra fede e cultura, fede e scienza. Inoltre, nell’intreccio di corresponsabilità educative, che coinvolgono anche i genitori, si mettono nella condizione di capire la verità vocazionale su se stessi, attraverso opportune riflessioni ed esperienze collaterali: chi sono io per che cosa Dio in Cristo mi ha fatto cosi? Oltre che ai seminaristi del Minore e della Casa di Nazaret, la scuola GianMatteo Giberti, situata nel plesso del Centro Carraro, è aperta a ragazzi e ragazze dalle secondarie di primo grado e di secondo grado, con indirizzo classico o scientifico, che ne condividano il progetto, liberamente e in accordo con la propria famiglia. È un importante e significativo investimento formativo, culturale e vocazionale, qualunque sia lo sbocco: famiglia, consacrazione, ordinazione sacerdotale. In ogni caso da veri discepoli di Gesù Cristo in ogni ambito della vita.
Vescovo di Verona

Scuola GianMatteo Giberti per studenti che amano la Verità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.