Condiscepoli di Agostino
stampa

Che cosa è il tempo? Gli interrogativi di Agostino

Già abbiamo evidenziato chi è il Principio della Creazione: Dio Padre per mezzo del suo Verbo, cioè di suo Figlio. Ora, Agostino precisa che Dio è il Creatore anche del tempo, proprio Lui che non è circoscritto dal tempo: “Chi potrebbe capire che nell’eterno tutto è presente, mentre nessun tempo può essere nella sua totalità presente; chi potrebbe capire che tutto il passato è cacciato via dal futuro e che tutto il futuro è conseguenza del passato e tutto il passato e il futuro viene creato e prorompe da ciò che è sempre presente?”.

Parole chiave: Condiscepoli di Agostino (95), Sant'Agostino (136), Mons. Giuseppe Zenti (282)

Già abbiamo evidenziato chi è il Principio della Creazione: Dio Padre per mezzo del suo Verbo, cioè di suo Figlio. Ora, Agostino precisa che Dio è il Creatore anche del tempo, proprio Lui che non è circoscritto dal tempo: “Chi potrebbe capire che nell’eterno tutto è presente, mentre nessun tempo può essere nella sua totalità presente; chi potrebbe capire che tutto il passato è cacciato via dal futuro e che tutto il futuro è conseguenza del passato e tutto il passato e il futuro viene creato e prorompe da ciò che è sempre presente?”.
Va da sé che, se Dio è fuori del tempo, in quanto è un eterno presente, per cui in Lui non c’è un “allora”, anche il tempo da lui creato è dentro il suo eterno presente, sempre da lui conosciuto nel suo transitare: “Come potevano passare innumerevoli secoli, se Tu non li avessi creati, Tu autore e creatore di tutti i secoli? Come potevano esserci tempi che non fossero stati fatti da Te?... Dunque, se prima del cielo e della terra non esisteva il tempo, perché si domanda che cosa facevi allora. Infatti non c’era un “allora” quando non c’era il tempo”.
Di qui una bellissima definizione dell’eterno presente, come l’oggi eterno di Dio: “Tu non precedi i tempi nel tempo... Ma Tu dall’alto della tua eternità sempre presente sei al di sopra di tutti i tempi passati, superi tutti i tempi futuri, che una volta giunti diventano tempi passati, mentre Tu sei sempre lo stesso e i tuoi anni non avranno fine. I tuoi anni non vanno né vengono. I tuoi anni stanno tutti insieme... Il tuo giorno è l’oggi... Il tuo oggi è l’eternità; perciò hai generato un coeterno al quale hai detto: «Io oggi ti ho generato»”.
Arriviamo dunque alla fatidica domanda: “Che cosa è il tempo?”. Agostino ci conduce per mano a fare il suo percorso travagliato di pensiero proprio sulla focalizzazione dell’identità del tempo e del suo senso, mediante un incalzare di domande che realmente pone a se stesso: “Che cosa è infatti il tempo?... Se nessuno me lo chiede, lo so; se volessi spiegarlo a chi me lo chiede, non lo so; con fiducia tuttavia dico di sapere che se nulla passasse non ci sarebbe il tempo passato e se nulla sopravvenisse non ci sarebbe il tempo futuro e se nulla fosse non ci sarebbe il tempo presente. Pertanto quei due tempi, il passato e il futuro, in che modo sono dal momento che il passato già non esiste e il futuro ancora non è? Se poi il presente sempre fosse presente e non transitasse nel passato, non sarebbe tempo ma eternità. Se dunque succede che il presente, per essere tempo, transiti nel passato, in che modo diciamo che anche questo è, se la causa per cui è, è che non sarà, se cioè non diciamo con verità che il tempo è se non in quanto tende a non essere?”.
E incalza con altre domande, da cui un po’ alla volta verrà alla luce la risposta, come il bussare di un figlio nel travaglio di un parto. Come, ad esempio, riusciamo a misurare il tempo se ci scivola di mano proprio nell’attimo stesso del viverlo? “Noi misuriamo il tempo nel momento in cui passa, perché lo misuriamo mentre lo percepiamo. Ma i tempi passati che non sono più o i tempi futuri che non sono ancora chi può misurarli, se non chi abbia il coraggio di affermare che si può misurare quello che non è? Dunque il tempo si può percepire e misurare nel momento in cui passa, ma una volta passato non è più possibile misurarlo, perché non è”.

Tutti i diritti riservati
Che cosa è il tempo? Gli interrogativi di Agostino
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento