Provincia
stampa

"Bater marso": il frastuono dei bambini chiama la primavera

A San Giovanni Lupatoto uno degli ultimi esempi di questa tradizione, proposta da Pro Loco, Circoli Noi, gruppo Scout e Comune.

Parole chiave: Tradizioni (2), Bater marso (1), San Giovanni Lupatoto (9)
"Bater marso": il frastuono dei bambini chiama la primavera

Lattine di bibite, scatole di fagioli, barattoli di pelati, latte di olio, secchi di vernice, coperchi e pentolame vario trasformati in strumenti a percussione. Con questo armamentario mercoledì 28 febbraio i bambini lupatotini si riverseranno nelle strade del paese per far rivivere una vecchia tradizione: “Bàter marso”. Ovvero, trascinare fili di barattoli per le vie, battendoli e facendo più rumore possibile. Un gran baccano, ma giustificato: il fine, infatti, è quello di svegliare marzo, scacciare l’inverno e propiziare l’arrivo della primavera. Rigorosamente la sera del 28 febbraio.

Il programma prevede quattro cortei di “batitori di bandoti”: quello di Pozzo partirà dal piazzale della chiesa alle 19.15, gli altri tre alle 19.30. Quello della Ponta da via Belluno, quello del Corno da via Garibaldi, quello della vetreria si muoverà invece dalla chiesa del Buon Pastore. 

L’arrivo dei cortei è previsto in Piazza Umberto I alle 20; al termine della manifestazione sarà premiato il “bandoto” più originale e rumoroso. L'organizzazione è curata dalla Pro Loco di San Giovanni Lupatoto, col supporto del gruppo Scout, dei circoli Noi delle parrocchie di San Giovanni Battista e di Pozzo, col patrocinio del Comune di San Giovanni Lupatoto.

"Bater marso": il frastuono dei bambini chiama la primavera
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento