Economia
stampa

Studenti del Pasoli a lezione di impresa sociale

Un’ottantina di alunni di terza e quarta hanno trascorso due giornate nelle sedi della cooperativa sociale Monteverde di Badia Calavena

Parole chiave: Cooperativa sociale (3), Formazione (1), Alternanza scuola-lavoro (1), Economia (14), Scuola (35)
Pasoli

L’economia del bene incontra la scuola. Un’ottantina di alunni dell’Istituto tecnico economico statale Copernico-Pasoli sono stati a lezione dalla cooperativa sociale Monteverde. Obiettivo: vedere da vicino come funziona un’impresa sociale.

Il progetto ha visto raddoppiare la partecipazione degli studenti, accompagnati dai loro docenti di economia aziendale e diritto. Quest’anno, infatti, la cooperativa ha aperto le porte a quattro classi, due terze e due quarte; nel 2017, invece, gli alunni erano stati 45.    

I giovani, tutti con età fra i 16 e i 18 anni, solitamente studiano soprattutto i bilanci delle aziende profit. Nella sede di Badia Calavena e nei laboratori riabilitativi di Tregnago, però, hanno potuto toccare con mano come funziona un’impresa sociale. Aiutati dai responsabili della Monteverde, hanno indagato più a fondo come opera la cooperazione, come si utilizza il 5 per mille e cosa contraddistingue il bilancio socio-ambientale.  

«È stato molto interessante per i ragazzi vedere nel dettaglio in che modi agisce un’impresa sociale e il valore aggiunto che la caratterizza – rileva Antonella Provolo, docente di economia aziendale e coordinatrice dell’unità di progetto –. Il percorso, inserito nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, è iniziato in classe e ha riguardato in modo trasversale le materie di diritto ed economia aziendale; la visita è stata molto positiva per i nostri studenti, tanto che qualcuno di loro si è incuriosito al punto di pensare di esplorare questo settore negli anni a venire».

Il Terzo settore come partner economico: una realtà sperimentata da tempo dalla cooperativa Monteverde, che da 31 anni è impegnata a rispondere ai bisogni delle comunità dell’Est veronese e della Lessinia. Qui fornisce servizi educativi, psicologici e socio-sanitari a 60 persone con disabilità, a un centinaio di minori e a decine di anziani con fragilità. Inoltre, attraverso i laboratori di lavorazione per conto terzi, falegnameria/restauro, taglio/marcatura laser e creazione di bomboniere e biglietti in carta riciclata Monteverde è a stretto contatto con diverse imprese del territorio. 

«Le imprese sociali possono davvero fare la differenza sul mercato: producono valore e hanno una ricaduta positiva sull’economia delle comunità in cui operano – rileva Francesco Tosato, vicepresidente di Monteverde ­–. Per noi raccontare ciò che sperimentiamo ogni giorno anche agli studenti è un’opportunità per mostrare che questo modello funziona: è stato un piacere accogliere i ragazzi del Pasoli e i loro insegnanti e su questo aspetto investiremo ancora in futuro». La Monteverde ha accolto finora anche alcuni tirocinanti: due del Pasoli e quattro provenienti dalla facoltà di Economia e commercio. 

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Studenti del Pasoli a lezione di impresa sociale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento