Cultura & spettacoli
stampa

Bosco Chiesanuova

Un Film Festival Lessinia tra montagne vere e cime immaginarie

Vita, storia e tradizioni di terre alte e lontane nella rassegna cinematografica internazionale in programma dal 24 agosto al 2 settembre

Parole chiave: Festival (17), Film (50), Lessinia (14), Alessandro Anderloni (3)
Un Film Festival Lessinia tra montagne vere e cime immaginarie

Proiezioni, iniziative collaterali, incontri con i registi e attività che non dimenticano di allietare i più piccoli. Tutto questo (e molto altro ancora) è il Film Festival della Lessinia: la rassegna cinematografica internazionale in programma a Bosco Chiesanuova dal 24 agosto al 2 settembre. Un'edizione, la ventiquattresima, che si può dire da record per presenza di Paesi del mondo, ben 37, da cui sono giunte le pellicole visibili quest'anno sul grande schermo del Teatro Vittoria. 
Altri numeri sono quelli dei film che compongono la programmazione: in totale 63, di cui 27 solo nella sezione Concorso che si contenderanno i massimi riconoscimenti della kermesse scaligera, la Lessinia d'Oro e la Lessinia d'Argento. Inoltre 23 saranno le anteprime italiane che il pubblico potrà vedere, segno della capacità della manifestazione di riuscire a percorrere sempre nuove vie.
Non solo cinema, perché Film Festiva vuol dire anche eventi: gli attesi Caffè con i registi che raggiungeranno la Lessinia per incontrare il pubblico, la programmazione pensata per bambini e ragazzi FFDL+; gli incontri letterari di Parole Alte organizzati con l’Università di Verona; la possibilità di scegliere tra escursioni guidate, aboratori didattici, concerti di musica dal vivo nella Piazza del Festival; e ancora letture alla Libreria della Montagna e i momenti conviviali da assaporare negli spazi dell’Osteria del Festival. Numerosi gli appuntamenti, tutti annodati dal filo rosso dell’omaggio tematico dell’edizione 2018: la montagna immaginaria.
Nel nuovo Centro socio culturale di Bosco troverà spazio Såm - Seme: esplorazione visiva della Lessinia da parte sette artisti (Paola Fiorini, Davide Galandini, Nicolò Lucchi, Emanuele Brutti, Chiara Bandino, Francesco Biasi e Ana Blagojevic) sotto la curatela di Steve Bisson, fondatore della piattaforma Urbanautica. Såm (in lingua cimbra seme) nasce in collaborazione con Fonderia 20.9, contenitore espositivo e laboratorio sulla fotografia contemporanea. Durante il Festival, il fotografo francese Mathieu-Bernard Reymon curerà il workshop di fotografia contemporanea Possible Landscapes organizzato da Landscape Stories.
Ingresso alle proiezioni: 5 euro intero; 3 euro ridotto per bambini FFDL+ (fino ai 14 anni). Biglietteria in piazza G. Marconi, tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 23. Prenotazioni posti (solo via email) a biglietteria@ffdl.it. Per informazioni: tel. 045.7050789 o www.ffdl.it.

Tutti i diritti riservati
Un Film Festival Lessinia tra montagne vere e cime immaginarie
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento