TV

stampa

I dirigenti di Canale 5 non hanno azzeccato bene le fiction della stagione primaverile e dopo aver dovuto chiudere in anticipo Il bello delle donne… alcuni anni dopo, ora anche Amore pensaci tu, ha dovuto traslocare prima dal venerdì alla domenica e ora al lunedì in seconda serata. Eppure rispetto al più surreale salone di bellezza che aveva riaperto i battenti, quest’ultimo prodotto è certamente più frizzante e leggero...

Quattro sere della settimana sono dedicate da La7 al dibattito sull’attualità.  La domenica tocca a Bianco e nero, ennesimo talk-show condotto da Luca Telese (nella foto) e Francesca Lancini. Cambiano i nomi di questi appuntamenti televisivi, ma il contenuto resta sempre identico: chiacchiere spacciate per opinioni da parte di chi spesso non ha alcuna competenza se non quella di essere predisposto alla polemica.

La televisione che per natura deve mettere in mostra, non disdegna di compiacere se stessa, e con Dopo fiction, trasmissione d’intrattenimento semiserio, celebra i programmi più seguiti che sono le fiction Rai.

Come misera idea nuova nell’infinita serie dei talent-show, Rai 1 con Standing ovation fa accompagnare cantanti dilettanti, tutti minorenni, da un loro familiare adulto con il quale esibirsi in coppia...

Dopo 14 anni Canale 5 ripropone una fiction che allora ebbe un discreto successo Il bello delle donne, cui ora è stato aggiunto al titolo alcuni anni dopo. Il racconto gira, infatti, attorno ad un salone di bellezza, ora trasferito da Orvieto a Roma, che ha scelto come insegna proprio questo nome.

Mentre su Canale 5 alle 11 del mattino iniziano i battibecchi di Forum, su Rai 1 invece la programmazione prende tutt’altra piega con Tempo & denaro, ultima parte dello storico contenitore Uno mattina. A Elisa Isoardi, dopo aver condotto per alcune stagioni l’intero programma, è stato affidato questo segmento...

Sono innocente è il titolo di un nuovo programma di Rai 3 che narra in modo realistico le storie di chi è stato vittima di un errore giudiziario. Dalla viva voce dei protagonisti e attraverso la ricostruzione sceneggiata di queste vicende si ripercorrono giorni, anni e situazioni difficili. Denominatore di tutti questi brutti episodi è l’esperienza prima dell’inspiegabile arresto e poi della carcerazione, condizione di vita segnata dalla paura e ancora più tragica per chi sa in cuor suo di non aver commesso il reato di cui è accusato.

Napoli, dopo la breve parentesi di Non dirlo al mio capo, ha ripreso nell’ambito delle fiction il suo consueto stereotipo. Con I Bastardi di Pizzofalcone, infatti, sono tornate le scene di omicidi, polizia, intrighi e omertà...

Il venerdì su Rai 1 è la sera dei volti noti della tv che gareggiano fra loro. Con Music Quiz, infatti, Amadeus ha preso il posto di Carlo Conti al timone di Tale e quale show. Ora, messe da parte le imitazioni e i travestimenti, è la musica a farla da padrona.

Tv2000 con Tutte le messe del mondo sotto il cielo di Roma apre uno squarcio sui tanti gruppi linguistici, più di cinquanta, che ogni domenica celebrano la liturgia secondo la loro tradizione, la loro lingua, il loro rito in una delle tante chiese della capitale.