Editoriale

stampa

Li vedi transitare lungo le strade cittadine come automi, ignari del traffico nemmeno fossero nel giardino di casa – dove le pratoline ho il sospetto siano in realtà antenne wi-fi –: lo sguardo e le dita puntati sullo smartphone pronti a rispondere in un nanosecondo al messaggio appena ricevuto su WhatsApp o postato sul proprio profilo social...

Non nel mio giardino. “L’importante è non averle sotto casa! Non è un mio problema. Dispiace vedere queste ragazze sulla strada ma se stanno lì è perché in fondo se la sono voluta”. Negli anni ’80 si definiva “borghese” un certo modo di pensare autoreferenziale.

Siamo nel cuore dell’estate e già si incominciano a tirare un po’ di somme sull’andamento della stagione turistica. Gli albergatori si lasciano andare ad un leggero ottimismo perché le percentuali dei vacanzieri sono in aumento. Sopratutto tornano di moda le “vacanze italiane” per diversi motivi, legati un po’ alla situazione internazionale che desta nuovi timori, ma il fattore che incide maggiormente sembra essere quello economico..

Quando qualcuno si arroga il diritto di dire (e fare in modo) che una malattia inguaribile comporti necessariamente la sospensione delle cure, ci troviamo davanti il paradosso del piccolo Charlie

Due sacerdoti a lungo messi ai margini in quanto profeti scomodi, non compresi da molti, dentro e fuori la comunità cristiana, ma sempre obbedienti a Dio e alla Chiesa e felici di essere preti...

L’annuncio era nell’aria già da qualche tempo e alla fine è arrivato.
È arrivato dopo il G7 di Taormina, dopo la visita dal Papa il quale gli ha donato una copia della Laudato Sì. È arrivato dopo un colloquio ‘cordiale’ con il segretario di Stato Vaticano il cardinale Pietro Parolin proprio sull’ambiente e il clima...

Domenica scorsa nella Capitale la parola più pronunciata, cantata, scritta, sventolata, postata sui social... era “Francesco”. E non si trattava del Santo Padre, ma del capitano dell’A.S. Roma...

Il discorso introduttivo di papa Francesco ai vescovi riuniti in Vaticano per l’assemblea generale della Cei (non pronunciato, in quanto il Pontefice ha preferito dialogare con i pastori, ma consegnato loro al termine dell’incontro e reso pubblico) costituisce una sintesi estremamente limpida e non solo metodologica ma prospettica di una Chiesa che ha nella sinodalità, cioè nel camminare insieme, una caratteristica essenziale...